Utente 133XXX
Salve, avrei bisogno di alcune informazioni da parte vostra. Da circa un anno (ottobre 2009) ho notato sul mio pene la presenza di strane escrescenze che fino a qualche tempo prima non avevo. Dopo alcuni mesi (marzo 2010) ho effettuato una visita dal dermatologo che, dopo aver visto la zona e aver applicato una benda imbevuta con qualche sostanza a me sconosciuta, ha affermato che si trattava di papule perlacee peniene e grani di fordyce. Nessun'altro problema risultava dalla sua visita. A distanza di circa 6 mesi (settembre 2010) ho fatto una visita da un urologo per un'altro genere di problema, e l'urologo vedendo queste escrescenze sul pene ha detto che molto probabilmente si tratta di condilomi. Non faccio sesso da un anno, cioè da quando ho notato le prime escrescenze, e il primo dermatologo non ha notato nulla durante la visita e quindi questo fatto mi è sembrato strano.
In questi giorni mi sono recato nuovamente da un dermatologo che ha controllato la parte, raschiato le lesioni pseudo-condilomatose con una sorta di spazzolino, e inviato il campione per eseguire il test HPV. Il risultato del test era negativo per tutti i ceppi ad alto rischio (16, 18, 31, 33, 35, 39, 45, 51, 52, 56, 58, 59, 68) e negativo anche per i ceppi a basso rischio (6, 11, 42, 43, 44) ma il dermatologo ha deciso ugualmente di farmi fare una terapia farmacologica con Aldara crema in bustine per 1 mese, affermando che poteva trattarsi di normalissime verruche. Però navigando sul web ho letto che le verruche sono causate dal virus HPV e quindi non capisco come sia possibile che non abbia il virus ma abbia le verruche.
Secondo voi cosa devo fare? Procedo comunque con la cura? Ed è normale avere delle verruche senza la presenza del virus HPV?
Inoltre ho un problema di ragadi anali e il mio medico curante durante l'esplorazione dell'area anale (eseguita a settembre 2010) ha notato solo la presenza di ragadi e non ha notato assolutamente la presenza di pseudo-condilomi. Posso stare tranquillo di non aver eventualmente contratto i condilomi anche nella zona perianale? Anche perchè il dermatologo non ha effettuato un controllo in quella zona visto che io ho notato le escrescenze solo sul pene.
Spero possiate dare delle risposte alle mie domande per farmi stare più tranquillo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Lasci a mio avviso da parte il test (può essere un falso negativo): la diagnosi di condilomi e' clinica e al massimo dermoscopica (peniscopia in epiluminescenza).

Faccia un buon controllo venereologico e spero che il consiglio in caso di condilomi verta nella ablazione diretta (laser, dtc)

Carissimi saluti.
[#2] dopo  
Utente 133XXX

Iscritto dal 2009
Gentilissimo dott. Laino
La ringrazio per la risposta. Purtroppo non ho modo di eseguire una visita specifica più accurata in quanto posso eseguire le visite solo tramite ASL e il centro unico prenotazioni mi fornisce un appuntamento con il primo specialista disponibile, a prescindere dal tipo di patologia. Quindi se devo effettuare una visita dermatologica per condilomi, mi daranno appuntamento con un dermatologo e farei nuovamente tutta la trafila, compresa l'attesa lunga mesi, per avere lo stesso tipo di visita che ho già svolto.
Anche io speravo che il dermatologo mi avrebbe indirizzato verso una ablazione rapida con laser o crioteramia.