Utente 185XXX
gentili Dottori,
vorrei cortesemente porvi un quesito
Da alcuni mesi presento dei dolori diffusi alla mano,sopratutto nella zona del polso e dell'anulare,dolore che si prolunga dall'anulare al gomito.
Alcuni giorni fa,mi e' stata diagnosticata una neuropatia al nervo ulnare al braccio dx.
Ho eseguito emg /eng del nervo ulnare bilateralme nte,e rx gomito polso e mano.
questi accertamenti hanno dato esito negativo.
Hoe saguito anche emg del nervo mediano bilaterlamente con esito negativo
Allorche',sia il neurologo che ha esaguito gli esami,sia un secondo neurologo che mi ha visitato,dicono che e' altamente improabile che io abbia una neuropatia periferica
il neurologo lo ha escluso,sia in base all'esame clinico,sia in base al fatto che a suo dire l'emg e' un esame,altamente specifico e diagnosticare una neuropatia ulnare con emg negativo,seppur in fase iniziale,e' davvero difficile.

l'unica cosa che rilevata e' stato un modesto edema della guaina dei flessori del polso.


Secondo voi,devo consultare nuovamente un secondo chirurgo della mano?

gracie
cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

non concordo sul fatto che l'EMG sia così determinante e/o sensibile nel diagnosticare le neuropatie periferiche, in particolare quella del nervo ulnare, soprattutto se in fase iniziale (a me ne sono capitate tantissime, in cui c'era una chiarissima sofferenza del nervo clinicamente ma l'EMG risultava negativa; questo capita anche per il nervo mediano).

Molto importante quando si studia la sospetta compressione del nervo ulnare al gomito, è fare l'esame anche con il gomito completamente flesso: in questa posizione si può evidenziare una compressione anche nelle fasi più iniziali.

Con ciò, non stò sostenendo che lei sia affetto da una sofferenza del nervo ulnare (al gomito oppure al polso): potrebbe certamente trattarsi di un problema tendineo come anche di entrambe le cose.

Infatti, il dolore localizzato al polso e alla mano non mi sembra molto indicativo di una neuropatia dell'ulnare (in genere queste patologie non danno dolore o ne danno poco, e per tale motivo decorrono in maniera subdola).

Concludo dicendo che la diagnosi, certamente agevolata dagli esami strumentali (EMG ed Ecografia o Risonanza Magnetica) non può prescindere da un attento ed accurato esame clinico specialistico da parte del chirurgo della mano.

Cordiali saluti e Buone Feste !
[#2] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
gentile dottore

ho consulato un neurochirurgo e un altro ortopedico della mano.
entrambi concordano che molto probabilmente il mio e' un disturbo transitorio,che deve essere trattato con complessi vitiaminici e evitando posture del braccio sbagliate.
Mi hanno detto che nn ho una conformazione del gomito predisponente alla sindrome da intrappolamento el nervo ulnare.
ad ogni modo,secondo questi due specialisti i disturbi(dolori e formicolii) sparirano col temo essendo questo un disturbo transitorio
(hanno scritto varie cose nelle loro diagnosi,rieco solo a capire una frase dove c'e' scritto,segno di till )
negativo)

Dottore quindi volevo domandarle: questi fastidi provocati da questa transitoria sofforenza del nervo ulnare quanto tempo potrebbero durare?

grazie e buone feste

cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

il disturbo dovuto alla compressione del nervo ulnare al gomito è costituito da: formicolio e/o addormentamento del mignolo e metà anulare, debolezza della mano e scarsa resistenza alle comuni attività manuali.

Se ci riferiamo a questi sintomi, con le terapie neurotrofiche potrebbero scomparire in tempi variabili, in genere settimane.

Il punto però è un altro: i sintomi che lei riferisce (dolori diffusi nel polso e nell'anulare) non mi fanno pensare al nervo ulnare, ma a qualcosa d'altro.

Non vorrei che ci si "incaponisce" su un falso problema, quando magari si tratta di un problema tendineo o articolare.

Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
egregio dottore
mi scusi se non sono stato molto chiaro

faccio un breve riassunto:
dal mese di agosto 2010,ho iniziato ad avere dolore al polso,dolore che si irradia sopratutto al mignolo e all'anulare: da queste due dita poi si irradia verso il gomito e talvolta dal gomito anche al collo
ho esaguito ecografia muscolo tendinea che ha evidenziato modico edema dei muscoi flessori del polso
cio' e' stato giudicato di scarso rilievo dagli specialisti che ho contattato.
il primo chirurgo della mano,nonostane l'egm fosse negativo(sia del nervo ulnare,sia del mediano)ha detto ch eho una neuropatia del nervo ulnare in fase iniziale

gli altri 3(un neurologo,un neurochirurgo e un altro chirugo della mano)dicono che non ho assolutamente nulla,ma solo un'infiammazione transitoria del nervo ulnare che puo' regredire col riposo.

ho eesaguito rx cervicale il cuo reperto recita: verticalizzazione con inversione della lordosi fisiologica,riduzione dello spazio c7-D1

tutto cio' nn e' stato preso in considerazione dai colleghi: dicono che passera' da solo

secondo lei una tendinite,puo' giustificare formicolii e parestesie,anche nella zona che va dal mignolo al gomito?quando ci sono dolori in quella zona,nn e' sempre colpa del nervo ulnare?=

la ringrazieo e le auguro ancora buone feste
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La "tendinite" non può giustificare le parestesie, che sono certamente un disturbo neurologico, nel suo caso da attribuire al nervo ulnare.

Quello che non torna è invece il dolore al polso: dato il lungo periodo di manifestazione di tale disturbo, però, io farei anche una risonanza magnetica del polso.

Potrebbe, ad esempio, esserci una "neoformazione" (ad es. un ganglio sinoviale) che si è formato nel polso a livello del canale di Guyon e che va a comprimere il nervo ulnare.

Ma anche se non ci fossero formazioni "occupanti spazio" nel polso, la R.M. ci fornirebbe comunque informazioni molto più dettagliate circa eventuali "sinoviti" della regione, che potrebbero ben giustificare i suoi sintomi.

Inoltre, se non lo avesse già fatto, farei una terapia antiinfiammatoria sia locale (gocce, gel, cerotti) sia per bocca, per una settimana o 10 giorni.

Auguro un felice 2011 anche a lei e alla sua famiglia !
[#6] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore
Nonostante le rassicuazioni del neurochirugo e del chiurgo della mano che ho avuto circa un mese fa,e dopo la t erapia con integratori a base di vitamine del complesso b,il formicolio al mignolo e anulare continua.

Sono a dir poco angosciato,non so cosa fare
Mi hanno detto che in ogni caso rifare l'emg prima di 6 mesi non servirebbe
Mi hanno anche detto che la conformazione del mio gomito non e' predisponente ad una compressione del nervo ulnare.

La notte dormo bene e non mi sveglio,ma mi sento angosciatissimo,ho il terrore che questo problema mi portera' all'intervento.

L'rmn non posso farla,perche' il mio medico di famiglia prescrive questo tipo di indagine solo se e' richiesto da uno specialista.quelli da me consultati mi hanno detto che non serve ed e' solo una sofferenza transitoria.
Sara' anche transitoria ma a me formicola ancora,e fa anche un po' male.

quando mi distraggo non sento formicolii,quando ci penso,ecco che il formicolio ritorna.sara' una considerazione stupida ,ma a volte mi sembra che l'ansia aumenti i sintomi

c'e' qualcosa che posso fare in questi mesi?un nuovo consulto?non ci dormo piu' la notte

cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La prima cosa che le consiglio è di non pensarci troppo: a volte occorre più tempo.

In ogni caso, nella peggiore delle ipotesi, l'intervento non è nulla di trascendentale (ammesso che in futuro sia necessario).

Cerchi di vivere questo periodo di attesa con un pò più di serenità, senza drammatizzare (ci sono problemi ben più importanti !).

Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Getile dottore,vorrei chiederle una cosa: un edema della guina dei flessoride polso,puo' comprimere i nervo ulnare a livello del polso?
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si, un edema della sinovia del tendine flessore ulnare del carpo.

Cordiali saluti.