Utente 922XXX
Gentili medici,ho 24 anni e vorrei chiedere un vostro parere in merito alla mia situazione.Da quando avevo 16 anni,sino a poco tempo fa ho utilizzato tecniche di jelq,estensore AnXXXXXXXs,per aumentare le dimensioni del membro;so che in letteratura medica non sono disciplinate queste tecniche,ma diciamo che i risultati che volevo ottenere,sono stati raggiunti senza avere controindicazioni.Poco tempo fa,precisamente 3 mesi fa,un mio amico mi ha parlato di nuove pompe vacuum per il pene che si utilizzano in acqua;sono sempre stato scettico riguardo il vacuum,però mi sono detto che forse poteva essermi utile per allenare e tener in salute il mio pene,dunque pensavo potesse essere un buon allenamento per i vasi penieni,dal momento che anche per alcune terapie da molti di voi sottoposte,menzionavano l'utilizzo di vacuum.L'ho comprata ed utilizzata subito,il mio membro dopo un utilizzo ha riscontrato una maggiore dilatazione nelle erezioni,ma c'è stata una controindicazione,motivo della presente:ogni volta che lo utilizzavo i capillari si rompevano,formando macchie rosse sull'intera asta del pene.Dal momento che queste cose accadono spesso a chi utilizza tecniche di jelq,non me ne sono fatto un problema,perchè il giorno dopo scomparivano,e con l'allenamento continuo non sarebbero più ricomparse quelle famose macchioline rosse.Dopo aver continuato così per un mesetto,sembra che i miei capillari siano diventati FIN TROPPO fragili:si rompono molto facilmente,alcune volte capita anche quando ho delle erezioni molto dure,la maggior parte delle volte quando tendo a fare qualche esercizietto tranquillo per mantenere i tessuti del pene in allenamento;Ho provato a fare una pausa di 3 settimane,senza usare nè esercizi nè altre cose;ieri per vedere se la situazione era migliorata ho provato ad effettuare un sessione normale di jelq e dopo neanche un minuto il mio pene era pieno di capillari rotti e pieno di macchie rosse.A questo punto,so che non siete d'accordo con queste metodiche,ma con me hanno funzionato alla grande,e vorrei un parere più sulla questione "capillari fragili",sapere come e cosa succede quando questi,come nel mio caso, vengono sottoposti a numerose rotture,e se la loro fragilità sarà continua nel tempo(considerando che io sono stato fermo per 3 settimane proprio per vedere se la situazione migliorava),o può essere curata con rimedi sia naturali che farmacologici.Grazie anticipate,cordialità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
nessun parere, ma un ordine perentorio di andare da collega a farsi visitare.
[#2] dopo  
Utente 922XXX

Iscritto dal 2008
Non capisco dottore,ma se leggo "ordine perentorio",la cosa mi inizia a preoccupare seriamente.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Meglio che si preoccupi uno che utilizza per 5 anni simile tecniche deve andare.