Utente 186XXX
volevo esporle il mio problema: sono un ragazzo di 22 anni e da 3 mesi ho rapporti sessuali protetti con la mia fidanzata. la lunghezza del mio pene è circa 18-19 cm, quindi nella media. ma ho notato che, ogni volta, la penetrazione mi risulta molto difficoltosa per 2 motivi: 1) perdo l'erezione (cosa che ho attribuito alla troppa tensione emotiva, dovuta al mio carattere timido e iper-esigente); 2) il pene, sempre in erezione, tende a curvare verso il basso. in pratica scivola sulle grandi labbra e non raggiunge l'ingresso della vagina. questo accade sia quando sono sopra io, sia quando è sopra lei. non penso di soffrire di disfunzione erettile, perchè nella masturbazione non ho mai avuto certi problemi, nemmeno quando è la mia partner a svolgere questa attività con me e neppure quando facciamo del sesso orale. durante il coito riesco a penetrarla dopo vari tentativi (devo tenere il pene con la mano mentre lei mantiene dilatata la vagina con le dita) e dopodichè il rapporto continua normalmente. DOMANDA: può essere imputato a fattori emozionali? o all'uso del preservativo? La ringrazio e la saluto cordialmente,
Stefano

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,innanzitutto, Le dico che le misure sono fuori la media...In secondo luogo,prescindendo dalle difficolta' erettive,mi preoccuparei di
definire la portata della deviazione dell'asse penieno.Va da s' che indossare il profilattico possa dar luogo alla sintomatologia riferita ed innescare un
processo psicologico di ansia da prestazione ed angoscia del fallimento. Consulti un esperto andrologo e si fornisca di foto in erezione.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio vivamente per la cordialità e soprattutto per la rapidità della risposta. il mio pene in erezione non ha forma cilindrica perfetta, c'è una lieve curvatura con convessità a dx. inoltre non "sale" verso l'alto, ma si ferma a una posizione sostanzialmente perpendicolare al corpo. ho notato una difficoltà a mantenere l'erezione in assenza di stimolazione manuale o orale, cosa che mi causa parecchio disagio. quando avvicino il pene alle grandi labbra parto già sconfitto, sento che non ce la farò mai: praticamente ho paura di non trovare il buco. come faccio a richiedere una visita andrologica? il mio medico di medicina generale potrebbe darmi qualche dritta?
[#3] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

certamente il suo medico di medicina generale è il primo consulente da sentire in merito per scegliere un andrologo/urologo.

Se dopo tale visita andro/urologica dovessero emergere problemi di carattere psico-emotivo è necessario consultare un esperto in tale settore.