Utente 186XXX
Salve. Premetto che ho sempre avuto tanti stimoli sessuali e tanta libido, sebbene non sia piu un ragazzino. Ma c'è qualcosa che è cambiato in me da alcune settimane. Non sento più questi stimoli così forti, non dico irrefrenabili, ma quasi. Ho avuto sempre molte fantasie sessuali, cosa che solo a pensarlo mi provoca facilmente una erezione. Ora le fantasie le sento lo stesso ma senza provocarmi nulla, ne erezioni ne passionalità. Le erezioni stanno diventando un problema, anche se questo mi succede spesso da ormai tanti anni, sempre pero' riuscendo a ricominciare ed arrivare all'orgasmo.
Se ho deciso di scrivere in questo sito è perchè realmente sto pensando molto a questa mia nuova situazione e non vorrei, con neanche 50 anni di vita, sia andato già in "pensione"!
Tengo a precisare che agosto scorso ho fatto diverse analisi tra cui anche il livello ormonale. Il medico mi ha confermato che è tutto nella norma, nessun problema.
Sto cominciando seriamente a pensare che un problema possono essere le medicine che prendo per la mia ipertensione. Sono 3 anni ormai che assumo Nebilox la sera e Micardisplus la mattina.
Ricordo anche che un mio collega in passato, scherzando ma insistendo nel tempo, mi disse che le compresse per l'ipertensione avrebbero portato lentamente all'impotenza.
In effetti penso che qualcosa di vero ci sia, in quanto per abbassare la pressione arteriosa, qualche modifica all'organismo viene modificata.

Quello che chiedo è una conferma: c'è quindi correlazione per il calo della libido, per la difficoltà alla erezione?
Oppure cosa altro può provocare questa improvvisa modifica del desiderio sessuale?

Ringrazio per qualsiasi risposta che vogliate darmi. Attendo fiducioso.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
i farmaci per l' ipertensione c' entrano molto, molto meno di quanto si creda, quasi nulla. ora per inqudrare correttamente il suo problema servono: visita da collega esperto, profili ormonasli ed ecodoppler basale e dinamico del pene. Fattio questo una diagnosi di natura del problema (circolatorio? ormonale? psicogneo? prostaico? neurologico?) salta fuori. Pertanto prima di "appendere i berretto all' attacapanni", segua questi consigli, banali e vedrà che soluzione si trova.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

verso i 50 anni possono cominciare a manifestarsi dei problemi di erezione e di "desiderio" (libido), tanto più se il paziente è iperteso potendo avere problemi di elasticità arteriosa e capacità di avere un iperafllusso di sangue nei corpi cavernosi in seguito a stimoli sessuali mentali o fisici.
veda qualche elemento in più su www.erezione.org
Lei sembrerebbe essere il tipico cinquantenne che si deve rendere conto di avere problemi erettili e che dovrebbe consultare un andrologo per aiutare la risoluzione degli stessi
Cari saluti