Utente 303XXX
Buongiorno
da circa 4 giorni ho eliminato latte, yogurt, gelati e formaggi dalla mia dieta in quanto penso di essere intollerante al latte o al lattosio.
Ogni volta che bevevo il latte oppure mangiavo uno yogurt o del gelato avevo delle coliche, del senso di nausea molto forte e la pancia molto gonfia e soffrivo di meteorismo.
Avevo già provato a sospendere il latte per alcuni periodi perchè facevo fatica a digerirlo (in realtà mi provocava nausea) dopo un periodo di sospensione riuscivo a berlo nuovamente ma dopo nemmeno una settimana si ripresentavano tutti i sintomi.
Ho anche una rinite cronica che è notevolmente migliorata con la sospensione del latte.
Si può parlare di intolleranza al latte?! ci sono esami del sangue che possono verificare se realmente sono intollerante?! E soprattutto chi mi deve prescrivere questi esami, il mio medico di base ha detto che non può prescrivermeli.

Ringraziando anticipatamente

porgo cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Per me non e' intolleranza, altrimenti il latte farebbe danno e lo yoghurt no. Poi uno o ha gli strizzoni di mal di pancia e la diarrea, allora ha la colite, altrimenti non e' una colite degna del nome, e' solo malessere.

Gli zuccheri possono essere molecole singole (monoscaccaridi), legate a due a due (discaccaridi) o in catene lunghe (polisaccaridi). Il sapore dolce del latte e' dovuto a una molecola che e' il lattosio, il quale e' una molecola doppia composta da un glucosio + un galattosio. Siccome l'intestino assorbe solo e unicamente i monosaccaridi, per assimilare lo zucchero del latte occorre prima rompere il lattosio nelle sue due molecole costitutive, dopo di che queste due verranno assorbite. Se lo zucchero del latte non viene spezzato, non puo' essere assorbito, rimane nell'intestino, richiama acqua d isolvatazione e fa venire la diarrea.

L'enizma che rompe il lattosio e lo rende assimilabile e' la lattasi, che in alcuni soggetti adulti smette di venir prodotto. Nello yoghurt il lattosio e' gia' stato spezzato in due dai bacilli dello yoghurt, quindi e' "predigerito" e non deve causare diarrea, neanche ai soggetti privi di lattasi.

Se i disturbi permangono uguali sia col latte sia con lo yoghurt, o c'e' reazione "allergica" (mediata da IgE) alle proteine del latte, oppure e' qualcos'altro.

Il dosaggio della lattasi andrebbe fatto sulla lattasi endoluminale dopo brushing o biopsia, non viene fatto sul sangue. Ma l'intolleranza e' di solito diagnosticata in base al sospetto clinico e alle diete da astensione da latte.

[#2] dopo  
Utente 303XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per la risposta.

Intanto la mia dottoressa mi ha fatto fare gli esami per la celiachia e i risultati sono i seguenti:

Ab - Anti Gliadina (IgA) 9 valore di riferimento min. di 25

Ab - Anti Gliadina (IgG) 36 valore di riferimento min. di 36


Non li ho ancora fatti vedere alla mia dottoressa devo portarli o sono nella norma?!

Cordiali saluti

stefania
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Gli esami si portano SEMPRE a vedere a chi li ha richiesti, per un fatto di cortesia e per il fatto che un medico acquista esperienza (che poi torna a beneficio dei pazienti) proprio vedendo come vanno a finire le sue cure o le sue richieste diagnostiche.

In questo caso la d.ssa prendera' atto che lei non ha la celiachia ed esplorera' altre ipotesi.