Utente 151XXX
Gentili Dottori,
stamattina avrei dovuto svolgere test cicloergometrico ma il medico, leggendo il referto della spirometria da me effettuata un mese fa, da cui risultano mip, mep e p01 severamente ridotti (deficit di circa il 70%), ha preferito non assumersi questa responsabilità, dicendomi che sarebbe stato un rischio. Vorrei, se possibile, un Vostro parere in merito. Grazie e cordialità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il test cicloergometrico in questa situazione non comporta rischi particolari. Ovviamente non puo' obbligare un medico ad eseguirlo contro la sua volonta'.
MA come mai ha una spirometria cosi' alterata? E' fumatore?
Cordialita'
cecchini
[#2] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Egr. Dott. Cecchini,
grazie per la risposta. No, non sono fumatore,mi hanno spiegato che i valori di mip mep e p01 così ridotti dipendono da una patologia muscolare ancora da definire. Il medico sosteneva che con un deficit così severo potessero verificarsi problemi importanti durante l'esame. Il fatto è che il test cicloergometrico mi era stato prescritto per episodi di tachicardia e fiato corto anche dopo sforzi poco intensi. Cosa mi consiglierebbe di fare? Grazie. Cordialità.
[#3] dopo  
Utente 151XXX

Iscritto dal 2010
Egr. Dott. ,
mi è stato applicato holter con seguente esito:" ritmo sinusale con periodi prevalenti normofrequenti e aritmia sinusale e periodi di improvvisa tachicardizzazione (frequenza massima intorno a 180 bpm) in concomitanza a sforzi fisici anche di relativamente modesta entità (salita di scale). Extrasistolia ventricolare rara con una coppia. nel corso della notte bradicardia sinusale, con aritmia sinusale e pause di circa 2 secondi. non alterazioni del tratto st di significato ischemico transitorio, neppure in concomitanza con la tachicardia sinusale descritta". In sostanza il cardiologo (peraltro bravissimo) mi ha spiegato che il cuore, durante sforzi anche non intensi, cerca di compensare il deficit dei muscoli respiratori evidenziato dalla spirometria: mi ha consigliato di evitare attività fisica, cosa per me, che ho 24 anni e ho sempre fatto sport con grande passione, molto difficile da accettare. Vorrei gentilmente aver un Suo parere. cordialità.