Utente 186XXX
Spessissimo durante la giornata avverto dolore alle prime tre dita della mano destra (pollice, indice e medio); un dolore che a volte si irradia verso polso, avambraccio e addirittura a volte coinvolge anche la spalla. In alcuni giorni lo stesso dolore lo avverto anche all'altra mano. E inoltre questo dolore si fa ancora più intenso durante la notte (addirittura svegliandomi). Inoltre a volte noto un gonfiore sia alla mano sia al polso cui ho il dolore. Ho parlato con il medico di famiglia che mi ha prescritto una elettromiografia agli arti superiori sospettando che si trattasse del Tunnel Carpale. Mi ha detto anche che non si può escludere che il disturbo sia dovuto ad un'ernia cervicale (visto che soffro anche di cervicale). Però io mi preoccupo... Potrebbe trattarsi di qualcosa di più grave? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

non credo proprio che ci sia nulla di cui preoccuparsi.

La diagnosi di Sindrome del Tunnel Carpale è verosimile: mi dia notizie, se vuole, del risultato dell'elettromiografia.

Ha per caso anche un certo intorpidimento o formicolio delle prime tre dita ?

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore,
formicolio non ne avverto proprio, mentre per contro avverto un certo intorpidimento a tutte le dita delle mani (soprattutto della destra).
Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ritengo molto probabile la diagnosi di Sindrome del Tunnel Carpale.

Va fatta però una visita specialistica: tenga presente che nelle fasi iniziali di questa malattia l'EMG può risultare nella norma, mentre con la valutazione clinica può essere fatta una corretta diagnosi anche nelle fasi più precoci.

Cordiali saluti e Buon Anno !
[#4] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio Dott. Leccese, le ho chiesto questo consulto perchè la l'EMG che ho già prenotato è fissata per il 30 marzo 2011, e siccome i dolori sono molto intensi in alcuni giorni (tanto da non riuscire nemmeno ad aprire completamente la mano, volevo più o meno consultare l'opinione di un medico. Non le nascondo che però sono molto in pensiero. Le pongo nuovamente cordiali saluti e i miei più sinceri auguri di buon anno!
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Il dolore all'apertura delle dita fa pensare a patologia diversa dalla Sindrome del Tunnel Carpale: ad es. un problema ai tendini flessori (tenosinovite stenosante), molto comune, spesso associata alla Sindrome del Tunnel Carpale ma completamente indipendente da essa.

Pertanto, potrebbero coesistere due patologie diverse.

Non stia in pensiero perchè certamente si tratta di problemi banali e risolvibili completamente.

Attenta con fiducia e pazienza il risultato dell'EMG.

Cordiali saluti.
[#6] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Buonasera Dott.Leccese,
ho eseguito ieri l'EMG e ha dato esito negativo: è escluso dunque che vi sia tunnel carpale.
Mi sono recata nuovamente dal mio medico curante, il quale visitandomi più accuratamente ha riscontrato in direzione del dito medio (alla mano destra) e del dito indice (alla mano sinistra) un "nodo" (cosi lo ha chiamato). E' proprio in quella direzione che effetivamente io avverto un forte dolore e che non mi fa aprire bene le mani. Secondo la sua diagnosi si tratterebbe di una patologia ai tendini. Come terapia mi ha prescritto il cortisone. Ha aggiunto però, che dovrò sottopormi ad altri accertamenti (ecografia, radiografia, analisi del sangue) perchè non è escluslo che possa trattarsi di artrosi o di artrite reumatoide.
Buona serata
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

purtroppo le cose non stanno sempre come appaiono: il fatto che l'EMG sia risultata negativa non esclude affatto la Sindrome del Tunnel Carpale, ma solo una forma importante; spesso noi osserviamo questo, pur in presenza di una patologia del nervo mediano.

Ovviamente l'intorpidimento potrebbe essere dovuto anche ad un problema cervicale, anche esso di lieve entità per cui non rilevato dall'EMG.

In conclusione: l'intorpidimento è certamente un sintomo neurologico, più probabilmente da sofferenza del nervo mediano al polso, ma non si possono escludere altre ipotesi (una visita specialistica potrebbe in ogni caso consentire una diagnosi più precisa).

Il "noduli" dolenti alla base delle dita sono quasi certamernte espressione di una patologia delle pulegge A1 dei tendini flessori: tenovaginalite stenosante dei flessori, la stessa malattia che, quando si cronicizza, dà luogo al cosiddetto dito a scatto.

Anche per tale secondo problema, certamente distinto dal primo, una visita specialistica chiarirebbe le cose.

Cordiali saluti.