Utente 169XXX
gentili dottori, sono un paio di giorni che ho il battito cardiaco che varia tra 100 e 110.. sarà un pò che fumo sigarette.. ma sopratutto che sono di carattere ansioso, comunque volevo chiedervi se il corpo umano è in grado di sopportare questo tipo di battito elevato per molto tempo di fila.. la mia paura è che a furia di battere cosi finirà per bloccarsi. Quindi vi chiedo gentilmente di dirmi se c'è possibilità che questo accada, e cosa più importante vorrei che mi illustraste i motivi per i quali non può fermarsi il cuore, magari conoscendo meglio come funziona, mi tranquillizzo, grazie (ho venti anni)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La nicotina aumenta nettamente i battiti del cuore. Fra i suoi effetti deleteri ha anche questo. Se fosse davvero preoccupato per il suo cuore smetterebbe di fumare non domani, ma ora.
Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Dottore rieccomi.. come immaginavo quel battito cardiaco accellerato anticipava qualcosa.. stamattina mi sono svegliato con un dolore fitto al petto.. ho comunque svolto la mia giornata normalmente come se niente fosse, tuttavia arrivato a lavoro noto che le vene sulla mano sono particolarmente gonfie, vado a riposarmi 10 minuti.. mi alzo torno a lavoro tutto perfetto, ero tranquillo.. quando improvvisamente mentre camminavo mi sono bloccato e sono caduto a terra (ho avuto un mancamento di forze per un istante), ed ecco che mi accorgo che ho il battito accellerato come non mai, mi sdraio a terra, con il battito incessante, per fortuna c'era un cardiologo di passaggio, che mi ha assistito, dopo circa 10 minuti mi sono "ripreso", e il cardiologo mi ha detto che il battito era arrivato sui 180-190, e che devo farmi controllare immediatamente. Siccome di solito mi hanno detto che questo stato è provocato dall'ansia io gli ho chiesto se era un sintomo di ansia, e lui mi ha detto che l'ansia non ti fà rischiare l'infarto in questo modo, e ha fatto una sua "diagnosi" ovvero da come era la situazione ritiene che sia un problema di impulsi elettrici nel cuore, ovviamente l'ha detto in linguaggio "medico", io sto ripetendo quel che ho capito, e ovviamente ha detto che è comunque non si può fare una vera diagnosi senza macchinari. Un'altra cosa ha detto che il battito era sinusuale e ha detto che in ogni caso almeno questo è positivo. Vorrei un suo parere al riguardo dottore.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Esegua un HOLTER CARDIACO per verificare il tipo di aritmia ed un ECOCOLORDOPPLER CARDIACO; ma e' fondamentale che lei cessi di fumare, altrimenti tutto e' vano. Cordialita'.
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Ok dottore grazie per i consigli, riferirò al mio cardiologo appena possibile, per quanto riguarda le sigarette.. beh.. purtroppo ne sono cosciente.. infatti stamattina quando mi sono svegliato ho pensato proprio che con le sigarette ho chiuso, ma forse è meglio cosi, ci guadagno di salute, mi troverò un altro divertimento, grazie dottore.
[#5] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
dottore il 4 sarò ricoverato per svolgere tutti gli esami.. tuttavia ora ho delle fitte improvvise al cuore, causano abbastanza dolore, secondo lei posso essere a rischio di infarto o ictus? comincio a dubitare di riuscire a resistere altri 4 giorni..
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il dolore trafittivo, come lei lo descrive, non e' mai di pertinenza cardiologica. Si tranquillizzi.
Auguri per il prossimo anno
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#7] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Ok mi affido a lei dottore, appena farò tutti gli esami le farò sapere qui, grazie dottore! Buon nuovo anno!
[#8] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Dottore! Il 7 effettuerò tutte le visite, tuttavia credo di aver finalmente trovato il mio "problema", quando ho avuto l'episodio, il cardiologo disse che secondo lui era una questione di "impulsi elettrici", ho cercato su internet e ho trovato la:
Fibrillazione atriale

e leggendo le caratteristiche mi ci ritrovo alla lettera!

sintomi:

_palpitazioni (battito accelerato e/o irregolare) ( a volte passa dai 120 al minuto ai 70 al minuto senza mutamenti nell'attività)

_debolezza o spossatezza (nel momento in cui è avvenuto l'episodio ero molto debole)

_ dolore o senso di costrizione al petto (questo è il dolore che sento io!)

_ capogiro o senso di stordimento (prima dell'episodio avevo sensazione di stordimento e che stavo per svenire)

_La FA parossistica si manifesta improvvisamente in un soggetto apparentemente sano dal punto di vista cardiologico. (a me hanno sempre detto che il cuore era apposto)


Ho letto tutto quello che c'è da sapere su questa malattia e mi ci ritrovo perfettamente, vorrei sapere da lei qualcosa in più, e sopratutto se potrò mai guarire definitivamente, o se è un tipo di malattia che dovrò stare sempre sottocura, grazie dottore.
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Scusi, ma quale cardiologo le ha diagnosticato una fibrillazione atriale ?
Mi pare che lei vada troppo su Internet. A venti anni solitamente si pensa ad altre cose. Arrivederci.
Cecchini
[#10] dopo  
Utente 169XXX

Iscritto dal 2010
Dottore ho eseguito i vari test ecc.. tutto nella norma, un giorno non sentendomi molto bene sono andato in pronto soccorso, mi è stata misurata pressione a 190, e dall'elettrocardiogramma (fatto dopo 20 minuti dal malessere) è apparso qualcosa di diverso rispetto al solito, il cardiologo ha detto ke potrei essere affetto da sindrome di brugada, ma non mi ha dato ulteriori spiegazioni, ha detto solo che fra un mese devo effettuare un test per controllare se effettivamente sono affetto da questa sindrome. Ma esattamente cos'è questa sintome? Devo stare attento a qualcosa?
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Guardi mi pare di averle gia'spiegato le cose.
Io penso seriamente che lei dovrebbe chiedere un supporto di tipo psicologico ed una buona terapia ansiolitica.
Buona giornata
cecchini
www.cecchinicuore.org