Utente 178XXX
Buongiorno,sono una ragazza di 24 anni e a causa di valori alti di testosterone il dermatologo, con la consulenza del ginecologo e dell'endocrinologo, mi ha prescritto l'anticoncezionale Belara per sei mesi, la cosa strana che mi è capitata è che dopo due ore e mezzo dall'assunzione della prima pillola (prima in assoluto, non avevo mai preso anticoncezionali) mentre ero seduta a tavola (per la verità ero seduta sulla gamba sinistra piegata sul sedile della sedia e sotto quella destra) ho avvertito un dolore al polpaccio sinistro, avevo la sensazione che "tirasse" e dopo un pò mi si è anche gonfiato. Il giorno dopo vedendo che il gonfiore non passava sono andata dal mio medico di base che mi ha tolto immediatamente la pillola (quindi non ho preso nemmeno la seconda compressa) perchè sospettava una trombosi, così sono andata subito a fare un'ecocolordoppler dei vasi venosi profondi e superficiali degli arti inferiori che fortunatamente è risultato negativo.
Ora, a distanza di circa un mese da quell'episodio, sono in attesa di fare un'eco muscolotendinea perchè il polpaccio, anche se molto meno, è ancora un pò gonfio e a tratti fa ancora male.
Volevo chiedere, visto che proprio oggi farò un altro doppler, se anche questo risultasse negativo, se, quindi sarà tutto apposto, al prossimo ciclo mestruale posso ricominciare tranquillamente con la pillola? Il dermatologo, informato di tutto, mi ha dato Yasminelle per i primi 21 giorni e a seguire mi ha ridato Belara avendo questa una più efficace azione antiandrogena.
Volevo anche specificare che due giorni prima che avvertissi il dolore ero andata per due giorni consecutivi in palestra dove da circa due mesi stavo facendo esercizi per le gambe (femorali, polpacci...)
Vi ringrazio sin da ora per la risposta,
cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Lei ci riferisce che i sintomi sono ancora presenti ("il polpaccio, anche se molto meno, è ancora un pò gonfio e a tratti fa ancora male") anche se l'ecocoordoppler avrebbe dato esito negativo.
Oltretutto sembrerebbe alquanto improbabile che la somministrazione di una sola dose dell'anticoncezionale potesse scatenare una TVP.
Non ci riferisce se prima di intraprendere il trattamento abbia praticato gli accertamenti ematochimici che normalmente vengono prescritti per lo screening delle trombofilie.
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,
innanzitutto la ringrazio per la risposta.
Gli unici accertamenti prescrittimi prima di assumere la pillola anticoncezionale sono stati i dosaggi ormonali e quelli per la funzione della tiroide...
Dopo quanto è successo avevo chiesto al mio medico curante se non fosse il caso di fare anche le analisi per la coagulazione del sangue ma mi ha risposto che prima avrei dovuto fare l'eco muscolotendinea dal momento che nel doppler non era risultato niente, in realtà lui non voleva nemmeno farmi rifare il doppler, ma per una maggiore sicurezza io l'ho prenotato lo stesso e così tra pochissimo lo ripeterò e staremo a vedere...
Lei cosa mi consiglia di fare?
[#3] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
E' impossibile dare a distanza consigli che superino quelli di chi ha la possibilità di farsi un'idea dal vivo del problema.
Attendiamo l'esito dell'eco muscolo-tendinea.
Personalmente resto dell'idea che uno screening emocoagulativo potrebbe essere opportuno.
[#4] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Gentili dottore,
innanzitutto volevo ringraziarla, anche se in ritardo, per la risposta e mi scusi per il fastidio che torno a darle ma prima di risentire il mio medico, che in questi giorni non è reperibile, volevo un altro suo parere.
Ho fatto l'eco muscolo-tendinea ma non è risultata nessuna lesione che posso giustificare il gonfiore del polpaccio, così ho ripetuto l'ecocolordoppler e anche questo è risultato negativo (per la seconda volta), l'ematologo mi ha fatto fare queste analisi:

Tempo di protombina (PT)
Tempo 12,6 secondi (Valori di riferimento: 10 - 14)
Attività 93,8% (100 - 70)
INR 1,03

Tempo protombina parziale (PTT) 36 secondi (20 - 40)

Fibrinogeno 190 mg/dl (200 - 450)

Il fibrinogeno mi sembra basso ma mi hanno detto di non preoccuparmi e che le analisi sono buone...
Così dopo tutti questi esami sono tornata a prendere la pillola (Belara: clormadinone acetato) ma il gonfiore al polpaccio rimane e a volte mi da anche qualche fastidio, a volte lo sento freddo e a volte, dopo essere stata per un pò seduta con la gamba sinistra accavvalata, quando mi alzo sento come una sensazione di freddo e il sangue che ritorna a circolare...

Cosa dovrei fare per venire a capo di questa situazione?
Possibile che i due ecocolordoppler (una appena mi si è presentato il gonfiore al polpaccio e l'altra un mese dopo) non abbiano rilevato una trombosi?
Posso stare tranquilla prendendo la pillola?
La ringrazio per la sua cortese attenzione, è stato davvero molto gentile.
Cordiali saluti