Utente 187XXX
Soffro di lievi allergie di tipo alimentare.
Ho eseguito una TAC all'addome con Mezzo di contrasto iodato per calcolosi biliare, senza nessun problema.
Dopo quattro o cinque giorni ho iniziato ad avvertire pruriti sparsi ed arrossamento dell'epidermide. Il sesto giorno mi sono ritrovata il corpo interamente coperto di bolle rosse con fortissimo prurito. Il dottore ha collegato il fenomeno al mezzo di contrasto utilizzato per la TAC e mi ha prescritto una cura a base di cortisone.
Poichè il consenso informato da me sottoscritto non lo contemplava, vorrei sapere se è possibile una reazione allergica a diversi giorni di distanza e cosa dovrei fare nel caso dovessi ancora sottopormi ad una TAC,

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile signora,
dovrebbe chiarire l'accaduto con un allergologo, ricostruendo i fatti e completando l'anamnesi; eventualmente effettuare dei test cutanei specifici (sebbene si parli di tempi di latenza particolarmente lunghi anche per una reazione ritardata).
Saluti,