Utente 178XXX
Salve,

ho effettuato stamattina uno spermiogramma presso laboratorio specializzato privato. I due precedenti a cui mi ero sottoposto erano stati da voi giudicati inattendibili perchè effettuati in laboratorio ordinario non specializzato.

Comunque, riporto di seguito i risultati del test con raccolta campione sul posto:
Volume:3,5 ml
Ph: 7,6
Coagulazione: sì; fluidificazione: sì; viscosità: diminuita; filanza 0 cm; aspetto: grigio chiaro.
Caratteristiche microscopiche:
numero spermatozoi: 120 milioni/ml
Motilità prog. rapida: 0% sia a 1 che a 2 ore.
Motilità prog. lenta: 58% a 1 ora e 50% a 2 ore.
Motilità in situ: 8% a 1 ora e 11% a 2 ore
Immobili: 34% a 1 ora e 39% a 2 ore
Morfologia: forme normali 13%; anomalie testa 60%, anomalie intermedio 25%, anomalie coda 2%.
Cellule rotonde e leucociti:0.
Il giudizio del dottore che ha eseguito il test è: teratozoospermia.

Poi c'è il M.A.R. test che dice: % spermatozoi normomobili: 61%, agglutinazioni: 0%. Giudizio: negativo.

Un po' di considerazioni: innanzitutto chiedevo se il "confortante" dato quantitativo (420 mil.) sia attendibile, dato che sono monorchide; poi, il dato sulla morfologia, visto che il dottore, prima dell'esame, mi ha detto che l'OMS a marzo 2010 ha redatto un nuovo protocollo con criteri e parametri diversi da quelli del 1999, che prevedono che con il 7% di normoconformazione si ricada nella normalità. Quindi il mio caso sarebbe sub-normale per i parametri 1999, ma normale per quelli del 2010? Inoltre cosa significano viscosità ridotta e motilità in situ? Poi, come ultima richiesta, volevo una rapida spiegazione dell'esito M.A.R. test e un vostro parere globale sull' intero esame.
Grazie. Saluti e tanti auguri per un buon 2011.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/630-infertilita-nuovi-valori-riferimento-spermiogramma-who-2010.html.

il fatto di essere monorchide non ha influenza sul dato.
il dato meno confortante è la motilità rapida che è zero.
il mar test si esegue per la ricerca anticorpi antisperma, anche se serve a poco o nulla e , in ogni caso, si fa solo se esiste motilità rapida che non sembra essere il suo caso.
le serve, a questo punto, uno specialista per la ricerca delle cause e per la strategia terapeutica.
cordialmente
[#2] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la risposta.

Il dato sulla mobilità rapida a zero l'ho riscontrato solo in questo spermiogramma, visto che gli altri 2, seppur eseguiti in laboratorio ordinario e con parametri OMS 1999, riportavano mobilità a+b al 65%. Era il novembre 2007.

Un'ultima cosa: i risultati degli spermiogrammi possono variare nel tempo, anche con valori che si discostano notevolmente gli uni dagli altri? Nel senso: il risultato di oggi può cambiare in modo diciamo naturale, nel caso rieseguissi un altro esame tra qualche tempo?
[#3] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
si, la variabilità tra un esame e l'altro, entro certi limiti, esiste. infatti lo spermiogramma non viene considerato un test di fertilità ma un utilissimo indicatore della esistenza o meno di patologia.
cordialmente
[#4] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
A questo punto l'osservazione nasce spontanea: da che tipo di patologia può essere condizionata la motilità rapida? Neanche un mese fa ho eseguito una spermiocoltura con esito negativo, poi in questi ultimi anni mi sono sottoposto a puntuali visite andrologiche (1 o 2 l'anno) comprese di ecografie che non hanno mai rilevato anomalie; analisi del sangue (anche queste periodiche) perfette. L'unico tipo di esame che non ho mai fatto è il livello ormonale. Potrebbe essere il caso di affrontarlo o magari è più consigliabile ripetere semplicemente lo spermiogramma tra un po'?
[#5] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
direi entrambe le cose.....
[#6] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Un'ultima rapida richiesta: può sbilanciarsi è rispondermi sinteticamente ( anche un sì/no) se quei dati discussi ieri dati siano potenzialmente compatibili con una fecondità?
[#7] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
la presenza di spermatozoi mobili è compatibile con la fertilità in termini di possibilità. la probabilità che l'evento si verifichi è proporzionale a quanto più i parametri esaminati non si discostano dalla cosiddetta normalità.
sempre che la variabile femminile non presenti anomalie tali da rendere nullo tutto il ragionamento.
buon anno...
[#8] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Chiaro.
Una considerazione tecnica: è statisticamente/biologicamente dimostrato che gli spermatozoi che si muovono rapidamente e in modo rettilineo abbiano più probabilità di fecondare di quelli rettilinei lenti, o questa è solo una teoria basata sulla maggior rapidità? La biologa che ha eseguito il test mi accennava che col 2010 son stati rivisti parametri sulla motiilità perchè è stato osservato che anche certi spermatozoi "mobili in situ" acquisiscono motilità rettilinea una volta a contatto con l'ambiente vaginale.
Poi una stupida curiosità: gli spermatozoi raccolti e su cui si eseguono le varie prove di motilità ( solitamente 200 o 400, se non erro) non vengono danneggiati dalla centrifuga che li sottopone a forze con valori molto superiori alla gravità?
[#9] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
posto che il bianco e il nero in medicina NON esiste, se la WHO ha messo il valore minimo di motilità rapida a 32% c'è un motivo statistico e biologico, non trova?
le strapazzate in centrifuga degli spermatozoi, in realtà molti di più di quelli che pensa lei,hanno un senso solo durante la fecondazione assistita e servono ad attivare alcune reazioni chimiche necessarie alla fecondazione.
fossi in lei lascerei perdere il tentare di entrare nelle ultraminutaglie scientifiche che possono avere senso solo per gli addetti ai lavori e , spesso, neanche per loro.
rimane il consiglio di partenza, si affidi ad un esperto per gestire la situazione che , probabilmente è più facile da risolvere che da ragionarci sopra.
cordialmente
[#10] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Grazie! Buon 2011!
[#11] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Torno a disturbarla.
Seguendo il suo consiglio ho prenotato visita andrologica ma ho trovato il posto non prima di un mese.
La buona notizia è che l'altro giorno il test di gravidanza ci ha dato risultato positivo ( sarebbe la seconda gravidanza che "inneschiamo" in 1 anno, ma la prima è andata male alla 6° settimana)! Sono conscio che questo dovrebbe tranquillizzarmi: 2 gravidanze in un anno credo sia un buon test.
Nel frattempo un paio di cose che non mi sono chiare dei parametri WHO 2010: il 32% posto come minimo di motilità, è inteso come motilità progressiva totale (rapida + lenta) o solo motilità rapida? La biologa mi accennava che, col 2010, anche la motilità "in situ" rientra nella motilità generale "accettata" dai parametri.
Altra riflessione sorta recentissimamente:
una cosa che finora nessuno, tra i medici che mi hanno conosciuto e visitato (1 visita andrologica a marzo e 1 neurologica a maggio), ha preso in considerazione sul tema della mia fertilità è che alla nascita sono stato operato dopo poche ore per meningocele.
Nessuno tra andrologo e neurologo ha mai posto l'attenzione su questo aspetto che, tra l'altro, come ho recentissimamente appreso leggendo tra le linee guida WHO 2001, sembra anche piuttosto serio nel senso che gli individui maschi affetti da problematiche del midollo spinale potrebbero aver difficoltà nella produzione di sperma di buona qualità e quindi nella riproduzione in generale. Questa è una cosa che chiederò esplicitamente venga approfondita alla prossima visita ( spesso alcuni dottori vanno "stimolati" verso un argomento in particolare perchè sennò, o per pigrizia o per troppa sufficienza, non affrontano le problematiche nella loro totalità nè con la dovuta intensità). Intanto le chiedo: che correlazione potrebbe esserci tra meningocele, teratozoospermia e mancanza di motilità rapida?
Scusi la mia petulanza e forse eccessiva pedanteria, ma mi sta a cuore (con tutti i limiti telematici) capirne di più.
[#12] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
salve.
32% di progressiva da sola.
per quanto riguarda il meningocele non ho esperienza diretta di casi simili per cui ne so quanto lei dalla letteratura ed è poco.
cordialmente
[#13] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Mi perdoni. Per capire bene tra prog. lenta, prog. rapida e prog totale.
Se ho capito bene la WHO divide la motilità progressiva in 2 sottospecie: rapida e lenta. Poi considera quella "in situ" come motilità utile ma conteggiata a parte, giusto? Quindi >32% di progressiva (senza che sia importante rapida o lenta) dovrebbe essere ok.
Nel mio caso: prog. rapida:0%; prog. lenta 50%; in situ 11%, sarebbe, secondo il WHO 2010: motilità totale (prog + in situ) 61%; progressiva 50%. Quindi la mia progressiva totale ( seppur senza la componente rapida) rientra nello "standard minimo" del >32%?
[#14] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
parlavo di rapida progressiva. dal mio punto di vista lei ha una severa astenospermia.
[#15] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Va bè, aspettiamo almeno il secondo test. Ma perchè il laboratorio non mi ha segnalato la severa anomalia astenospermatica che lei ha ravvisato? Questione di interpretazione del biologo? Mah! Poi, se per un attimo tralasciamo i valori percentuali e analizziamo i dati assoluti, ho pur sempre + di 200 milioni di spermatozoi mobili dopo 2 ore. Anche se non sono certo dei fulmini di velocità credo siano comunque in buon numero e in buona concentrazione...
Sinceramente poi mi sorgono perplessità osservando i dati WHO 2010 rispetto ai precedenti: volume ejaculato e concentrazione vengono abbassati di molto, la motilità totale anche, il numero totale degli spermatozoi del 2,5 %, il livello di forme normali moltissimo, mentre il dato della motilità rettilinea rapida è stato addirittura alzato? Perchè se fino qualche anno fa andava bene il livello del 25% è stato alzato al 32%? Qual'è quel liquido seminale che riducendosi in volume, concentrazione, motilità rettilinea totale e numero totale di spermatozoi, acquisisce maggior motilità rapida?
Poi perchè scrivere (nel 2010) volume > di 1,5 ml, concenrazione > di 15 milioni /ml e poi numero spermatozoi totale 39 milioni? Un individuo che produca liquido seminale per 1,8 ml e con una concentrazione di 17 milioni/ml, emette un totale di 30,6 milioni di spermatozoi (1,8 x 17 milioni). E' normale o no? Boh! Non voglio assolutamente essere insolente....Ci mancherebbe. Chiedo solo chiarimenti sulle cose che non mi spiego.
[#16] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
allora:
il biologo misura e il clinico interpreta perchè i numeri da soli non hanno senso se non hai in mano tutta la situazione del paziente ( e della moglie).
lei avrebbe ( condizionale perchè non si fa diagnosi su un solo esame)200 milioni di spermatozoi lenti. il ragionamento che si può fare è che, dato che la probabilità di concepimento è proporzionale ( diretta) con la motilità progressiva rapida,salvo che si determinino spermatozoi rapidi ( in biologia mai dire mai) le sue probabilità di concepimento sono bassissime. sempre, ammesso e non concesso, che sua moglie funzioni come un orologio svizzero.
i valori di riferimento sono ricavati dal quinto percentile dei dati ricavati da un certo numero di maschi che avevano appena "messo gravida" la moglie il che significa che esistono soggetti che hanno ottenuto la gravidanza con valori inferiori ( pochi) e molti che lo hanno fatto con valori superiori, la maggioranza dei quali con una motilità rapida superiore a 32%.
in ultima analisi lo spermiogramma serve a verificare se esiste una variazione dei parametri che possa indicare una patologia e l'esistenza di un eventuale problema, NON è una misurazione della fertilità maschile il che dovrebbe essere ovvio in quanto la fertilità è una faccenda di coppia e non del singolo. alla fine ravanare sui numeri da soli serve solo a farsi venire il mal di testa.
cordialmente
[#17] dopo  
Utente 178XXX

Iscritto dal 2010
Chiaro. Mi intendo abbastanza di statistica e il suo accenno al percentile mi ha chiarito nettamente la situazione risultante dal test.
Intanto affronterò la visita andrologica e poi ripeterò l'esame tra un paio di mesi.Dopo vedremo il da farsi.
Speriamo che il dato della rapidità aumenti (anche perchè peggio non può andare). Ipotesi per assurdo: se si dovessero confermare i parametri di quantità, concentrazione, motilità lenta progressiva e invece il dato della progr. rapida salisse dall'attuale 0 al 5-7% (non spero in di più), potrebbe ritenersi un quadro normalizzato? il 7% di 200.000.000 è pur sempre 14.000.000...