Utente 186XXX
salve, volevo sapere se i prodotti omeopatici anti-influenzali e per stimolare le difese immunitarie, come l'omeogriph o l'oscillococcinum che ho preso e sto prendendo, servono veramente alle finalità, in quanto, di fatto, continuo ad ammalarmi. soprattutto bronchiti che durano a lungo e per le quali il medico ricorre sempre ad antibiotici. l'ultima volta, un mese e mezzo fa, mi prescrisse le iniezioni di rocefin, 5 giorni, da allora la tosse mi è passata, ma sono sempre stata debole, per non parlare di un mal di schiena insorto pochi giorno dopi e che da oltre un mese mi accompagna. da due giorni è ricomparsa di nuovo la tosse. credevo di essermi messa al riparo anche con le terapie omeopatiche, ma temo proprio di no. che consiglio potete darmi? grazie
[#1] dopo  
Dr.ssa Francesca Moggi
20% attività
0% attualità
12% socialità
BIBBIANO (RE)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Innanzitutto se si soffre di frequenti bronchiti potrebbe rendersi indispensabile l'uso dell'antibiotico, ed è comunque buona norma farsi visitare dal curante.
I prodotti omeopatici citati sono di grande aiuto nella prevenzione e nella cura dei sintomi influenzali. Può accadere che non siano efficaci per diversi motivi. I principali sono errori nell'assunzione da parte del paziente, o più frequentemente mancanza di reattività individuale (ossia il nostro corpo arriva a livelli tali di intossicazione che non ha la forza per "obbedire" a ciò che il rimedio omoepatico gli sta "suggerendo" di fare). In quest'ultimo caso spesso un drenaggio omotossicologico può essere indispensabile per rinforzare le difese immunitarie e per restituire la capacità di "rispondere bene" al prodotto omeopatico.
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
grazie della sua risposta. nel frattempo uno specialista mi ha visitato e ipotizza una cronicizzazione degli episodi. dovrò fare la spirometria. volevo chiederle in che cosa consiste il drenaggio omotossicologico e se ci si può sottoporre anche in strutture pubbliche. grazie ancora
[#3] dopo  
Dr.ssa Francesca Moggi
20% attività
0% attualità
12% socialità
BIBBIANO (RE)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2008
Il drenaggio omotossicologico consiste nell'assunzione per lo più orale, talora iniettiva, di rimedi omotossicologici al fine di favorire l'eliminazione del carico tossico attraverso gli organi emuntori come ad esempio il rene o l'apparato digerente, la cute, il polmone, a seconda dei casi. Il tutto per circa due mesi, talora un po' più a lungo. Questo permette di "ripulire" l'organismo rendendolo anche più forte e resistente alle infezioni. E' sempre utile, ma particolarmente indicata in prevenzione o per favorire la risposta del paziente ad una successiva terapia omeopatica, omotossicologica o classica.
Qui in Emilia non viene fatta in strutture pubbliche.