Utente 187XXX
Salve,
dopo una brutta caduta dopo una partita a calcio mi sono fratturato (inizialmente in maniera scomposta e dopo 3 giorni s'è ricomposta, tutto documentato da lastre)il 4 metacarpo e la base della prima falange del 3 dito, il tutto della mano destra.
Ho tenuto 20 giorni una valva, ieri mi hanno fatto un tutore su misura che tiene bloccato il palmo e il 3 dito.
Ieri, quando mi hanno tolto la valva, ho notato che tutto il palmo e tutte le dita in corrispondenza delle prime falangi sono livide e di conseguenza sono doloranti se le tocco. Volevo chiederLe è se normale e come devo comportarmi: serve del ghiaccio? E' più opportuno il calore?

La ringrazio anticipatamente
I

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

il colore violaceo comparso successivamente al trauma è normale: l'ematoma, conseguenza inevitabile della frattura, si superficializza e diviene pertanto evidente dopo alcuni giorni.

Il ghiaccio non serve a nulla dopo tanto tempo, mentre il calore potrebbe servire solo nel momento in cui inizierà la kinesiterapia: questa risulterà più agevole e meno dolorosa dopo aver scaldato la parte con la borsa dell'acqua calda per una quindicina di minuti.

Cordiali saluti e Buon Anno !
[#2] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dr. Leccese,

ho tolto oggi la valva in gesso è mi hanno prescritto 2 bagni in acqua e sale e magnetoterapia. Le vorrei cortesemente chiedere:

- è preferibile usare acqua fredda o calda?
- un ciclo di magnetoterapia, affinchè possa essere effettivamente utile, quanto deve durare? a me hanno prescritto 2 settimane ma mi sembra poco (faccia anche presente che una delle 2 fratture è articolare e con ancora pochissimo callo osseo, nonostante sia passato un mese dall'infortunio)

Grazie anticipatamente
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Due settimane potrebbero essere sufficienti, soprattutto se fa la magneto a domicilio: esistono apparecchi speciali che vengono noleggiati e consegnati a domicilio, che possono essere usati anche durante la notte per molte ore al giorno (anche 8 o più), al fine di raggiungere la consolidazione in tempi brevi.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2010
Acqua calda o fredda per i bagni in acqua e sale?

Grazie infinite, provvederò a noleggiare un apparecchio e cercherò di usarlo il maggior tempo possibile, specie di notte se riesco.
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Io personalmente non uso nè l'acqua calda nè quella fredda, però se deve seguire questa prescrizione io utilizzerei acqua tiepida: più che la temperatura dell'acqua, è importante la sua salinità, che aiuta a ridurre l'edema.

Cordiali saluti.