Utente 105XXX
Buonasera,
sono un ragazzo (gay ndr, anche se non penso conti molto) che ha un regolare rapporto sentimentale con un'altro ragazzo da circa 5 anni.
Facciamo spesso l'amore, in media 2 volte a settimana, ma ho riscontrato un problema che ho sempre avuto e che penso (forse) sia causato da un blocco psicologico.
Nonostante sia eccitatissimo non riesco a raggiungere l'orgasmo né con la penetrazione, nè con un rapporto orale, nè se lui mi masturba. Riesco solamente a "venire" masturbandomi da me, anche in sua presenza... devo per forza finire io la cosa altrimenti non riesco a raggiungere l'orgasmo appunto.
Sinceramente non so cosa fare... io amo il mio ragazzo moltissimo e non vorrei che questo per lui diventi frustrante. Infondo non è bello che io debba concludere sempre da solo e non sia mai lui l'artefice del mio piacere fino alla fine.
Penso di avere un blocco psicologico dato dalla volontà di raggiungere a tutti i costi l'orgasmo nelle altre infinite maniere e dalla convinzione di non riuscirci se non masturbandomi.

Qualche consiglio?

Grazie mille anticipatamente per il vostro eventuale aiuto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la fenomenologia riferita e' molto piu' frequente di quanto possa pensare,sia nel mondo etero che omosessuale.Credo,pero',che,al di fuori di
aspetti psicologici,una visita andrologica sia ineludibile,ponendo una diagnosi rigorosa.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Caro Ragazzo,
mi associo al Dr.Izzo nella risposta.
La visita andrologica, è indispensabile al fine di ricevere la diagnosi clinica e di lenire l'ansia, successivamente le suggerirei una valutazione psico-sessuologica, per comprendere le cause psichiche, diadiche, intrapsichiche, che stanno alla base delle sue difficoltà orgasmiche.
Se lo desidera, legga nel mio blog un articolo sull'anorgasmia maschile.
Cari saluti e buon anno.
[#3] dopo  
Utente 105XXX

Iscritto dal 2009
Grazie Dr. Izzo e Dott.ssa Randone.
Ho considerato varie volte la visita andrologica ma mi sono sempre un po' vergognato a dire il vero. Inoltre ho timore di incorrere in un medico poco tollerante nei confronti delle persone omosessuali (anche se non è che ce l'ho scritto in fronte, ma forse è il caso che lo comunichi ad un andrologo se vado a farmi visitare)... insomma sono sicuramente questioni infondate e di carattere infantile che però mi hanno sempre fatto rimandare la cosa.

Sapreste gentilmente consigliarmi un valido andrologo e, eventualmente, un'altrettanto valida psicologa dove eventualmente rivolgermi dopo la visita? Roma.

Ringrazio nuovamente per la celere risposta e vi auguro buon lavoro.
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...a Roma,e nel nostro Forum,vi sono delle Eccellenze andrologiche che possono guidarLa nella giusta direzione.Cordialita'.