Utente 157XXX
Ho 29 anni peso 64kg pratico la corsa su strada 10km-21km in preparazione per una maratona.
Ho effettuato visita medico sportiva ad ottobre 2010 con controllo di elettrocardiogramma a riposo e sottosforzo, tutto ok certificato rilasciato.
Ho notato dal cardiofrequenzimetro che durante una seduta di allenamento lento lungo 20km a 4'30'' a km ho la frequenza cardiaca che oscilla tra i 160/173 battiti al minuti se faccio delle ripetute arriva addirittura a 180/183 battiti al minuto(a 3'40'' a km) e scende a 149 durante il recupero, considerando che ho 29 anni ed il mio max dovrebbe essere 191 battiti al minuto mi sembra un po alta la frequenza cardiaca no?
Informo che faccio delle gare periodicamente (45-60 giorni) e vado a correre seguendo una tabella di allenamento 3-4 volte alla settimana. Informo anche che mio padre è cardiopatico in quanto operato a cuore aperto all'età di 57 anni per sostituzione valvola aortica ed aneurisma!
Grazie per la cortese risposta distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Visto che agli esami eseguiti il Suo cuore è risultato anatomicamente e funzionalmente sano, l'elevata frequenza cardiaca rilevata nelle fasi più impegnative del training non pare attribuibile ad una patologia cardiaca primitiva. Comunque, visto che la disciplina da Lei praticata è ad altissimo impegno cardiovascolare, Le consiglio di praticare un ECG Holter ed un prelievo per gli esami del sangue di routine: il primo per valutare le variazioni della Sua frequenza cardiaca nel corso di una normale "giornata-tipo", i secondi per escludere la presenza di motivazioni non cardiologiche alla Sua tachicardia (stati anemici o carenziali, squilibri ormonali o elettrolitici, eccetera).
Cordiali saluti