Utente 187XXX
Ho 50 anni. Sposato, due figli maggiorenni.
Nessun problema importante di salute. Solo, da due anni assumo cardioaspirina e stamine per impedire l'aggravamento di una stenosi alla carotide destra (attualmente al 35%).
Vi sottopongo il seguente problema: da tre anni soffro di un dolore persistente al testicolo destro. La dolenzia è localizzata nella parte alta del testicolo. Il tatto è doloroso e si avverte un rigonfiamento.
Nessun riflesso sulla vita sessuale.
Lo stesso testicolo, da bambino, era ritenuto ed ho portato il cinto per mantenerlo nello scroto.
Grazie per il Vostro cortese parere.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,un testicolo ritenuto avrebbe dovuto presupporre un periodico controllo nel corso degli anni.Esegua un'ecografia dei testicoli e delle vie seminali (prostata e vescicole seminali) ma,principalmente,consulti un esperto andrologo,che a Roma,e nel nostro Forum,non manca.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


la sua storia presenta alcune piccole incongruenze. Da bambini si portava il "cinto" in caso di ernie inguinali o sospette ernie non per testicolo ritenuto.
Un dolore riferito alla "parte alta" del testicolo potrebbe far pensare ad una epididimite ma anche alla presenza di una ernia inguinale..
Ne parli con il suo medico di famiglia e si faccia vedere da uno specialista che valuterà se è sufficiente la semplice visita o se siano necessari altri accertamenti
cari saluti