Utente 187XXX
gentili dottori,
mi sono sottoposto ad un intervento chirurgico per togliere una ciste pilonidale circa 5 mesi fa.
prima dell'operazione l'attività intestinale era regolarissima, cioè "andavo al bagno" 2-3 volte al giorno senza aiuti.
dopo l'intervento, effettuato con anestesia locale, ho rilevato grandi disturbi nell'apparato digerente, che prima non avevo, quali una digestione rallentata che fa rallentare di conseguenza anche l'intestino.
ho provato a rimediare con dei fermenti lattici, ma la conseguenza era che le feci erano abbastanza molli.
ora sto prendendo uno sciroppo ricco di fibre su consiglio del mio medico di famiglia, ma nn sto avendo gli effetti desiderati.
la causa del mio rallentamento intestinale è dovuta all'intervento chirurgico o ad altre cause?
grazie
ps. se avete altri "rimedi" da darmi, mi fareste un favore

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Non credo che vi possano essere correlazioni tra l'intervento chirurgico subito e le variazioni dell'alvo, anche se bisogna considerare che le tre evacuazioni giornaliere che riferisce per il passato non possano essere ritenute una condizione "regolarissima".
Se il "rallentamento" dovesse ad esempio consistere in una evacuazione quotidiana non vedo il problema.