Utente 187XXX
Gentili Dottori,

a seguito di rapporto sessuale con donna rischio mi sono recato presso un noto Ospedale specializzato in malattie infettive. Il Dottore di turno mi rassicurava per via delle modalita' del rapporto e programmava test HIV al 60° giorno, consigliandomi, nel frattempo, la vaccinazione per l'epatite B non ancora effettuata. Durante l'attesa per il prelievo vengo a scoprire che e' noto detta vaccinazione interferisce con il test per hiv dando dei 'falsi positivi'. Preciso che la terza dose del vaccino epatite b lìho effettuata il 27/12 u.s.. Mi reco nuovamente presso l'Ospedale per parlare con il medico preposto per farmi chiarire le idee, questo, al contrario mi fa effettuare il test hiv dicendo di non preoccuparmi perche? non e' vero che c'e' interazione. Ora chi ha ragione? io il test l'ho fatto e lo ritireo' a giorni, ma la tension e e' aumentata drammaticamente.
Potreste darmi Voi qualche consiglio?

Grazie infinite a tutti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Può stare tranquillo, non esiste interferenza e comunque si riesce capire perfettamente se esiste un'infezione o meno.
Cordiali saluti