Utente 187XXX
Salve. Da un anno e mezzo soffro di orticaria presumibilmente determinata da alimenti, dal momento che il problema, almeno inizialmente, si manifestava dopo pranzo. Ho iniziato così con i test allergici prima da contatto (dai quali è risultata una forma allergica agli acari della polvere) e successivamente alimentari dai quali è uscita una rilevante forma allergica a crostacei seppur io non li mangio. Dagli ultimi test percutanei è risultato positivo quello all' Anisakis e il dottore mi ha dato una cura per eliminare la presenza di questi nematodi dal mio intestino. Su internet ho letto che questo Anisakis può esser contratto mangiando pesce crudo, io però sono sicura di non averne mai fatto consumo dal momento che non mangio altro pesce se non bastoncini findus e molto raramente frittura di calamari e tonno in scatola. Com'è possibile che io abbia contratto questo nematoda? Ci sono altri alimenti dai quali è possibile contrarlo? Ed inoltre volevo sapere, ora che ho terminato la terapia ( antibiotico, vermox e fermenti lattici) come faccio a verificare se il problema si è risolto? Ringrazio anticipatamente per l'attenzione e colgo l'occasione per augurarle una buona giornata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
L'infezione da anisakis si contrae solo attraverso il consumo di pesce crudo.
Il suo problema dei crostacei è dovuto all'allergia agli acari che crossreagiscono tra di loro.
Probabilmente conviene usare una copertura del materasso e del cuscino per evitare l'esposizione agli acari.
Può ricontrollare il dosaggio delle IgE-specifiche (RAST).
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 187XXX

Iscritto dal 2011
Salve, per prima cosa vorrei ringraziarla per la risposta. Vorrei però chiederle un'altra cosa. Dal momento che sono certa di non aver mai consumato pesce crudo in teoria non dovrei avere questo problema. Per sicurezza, per controllare nuovamente la situazione, può esser utile un test delle feci? O ci sono altre analisi specifiche?
Infine un'ultimissima informazione. Ho riscontrato evidenti reazioni allergiche quando mangio la pasta (eccetto quella fresca) secondo lei vale la pena indagare riguardo la celiachia? Ci sono test specifici? Ringrazio nuovamente per l'attenzione. Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
8% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2009
I test per eventuali allergie alimentari sono le cutireazioni con allergeni per alimenti commerciali. Le coprocolture rivelano solamente la presenza di parassiti come giardia o strongyloides. Per l'anisakis esiste il dosaggio delle IgE specifiche (RAST).
Cordiali saluti