Utente 154XXX
Carissimi Dottori sono stato visitato d un primario di Monza il quale mi ha riscontrato una congiuntivite allergica agli occhi senza pero' dirmi le possibili cause.La cura e' stata naaxia e zirtec fino a fine estate.Ma i miglioramenti non ci sono e ho sospeso tutto dopo tre mesi di cura.
Inoltre noto che gli unici colliri che mi fanno effetto sono alfa e imidazyl ma so a che si va incontro usandoli x lunghi periodicosa che non ho mai fatto.Aggiungo che ho effettuato anche dei test allergici e che non risulto allergico a nulla.
Mi chiedo potrebbe essere una allergia alimentare?Se fosse possibile quali sono gli alimenti piu' coinvolti?
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
4% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, è poco probabile che si tratti di allergia alimentare, per contro è molto frequente che in casi di congiuntivite allergica i test allergometrici siano negativi. Non usi l'Imidazyl, forse la terapia che ha usato è stata insufficente, probabilmente si gioverebbe di una terapia desensibilizzante con blandi cortisonici di superficie con posologia a scalare e per periodi medio/lunghi, ma questo deve stabilirlo un oculista dopo una visita accurata.

cordialmente
[#2] dopo  
154710

dal 2018
Grazie Dottor Rotondo dell risposta

IO la settimana prossima ripetero' i test allergici in un altro centro in quanto mi e' stato consigliato di ripterli dal mio medico di base .Ora mi chiedo nel caso fossi allergico alla polvere o a qualcosa di irremovibile dall'ambiente in cui vivo cosa che leggo sovente anche vista la mia gia' cronicita' della congiuntivite e' possibile un vaccino?Ho sentito anzi letto su Internet che ce' la possibilita' si parlava di un tipo sublinguale e uno sottoforma di colliro.Chiedo questo visto che gli antistaminici hanno poco effetto se non nullo come altri tipi di colliri e volendo saltare anche il cortsione e' possibile tutto cio' o devo stare in cura a vita?

Grazie
[#3] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
4% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Buon giorno, e' poco probabile che un vaccino funzioni nella congiuntivite allergica, la terapia desensibilizzante con cortisonici di superficie se ben impostata, non produce di norma effetti indesiderati, naturalmente deve essere eseguita sotto controllo medico.

Cordialmente
[#4] dopo  
154710

dal 2018
Grazie ancora Caro Dottore delle sue informazioni...

Volevo farle un ultima domanda

IO un anno fa eseguendo un tampone uretrale a causa di un rapporto sessuale non protetto ho constatato di aver la clamidia.Poi sotto prescrizione l'ho curata con azimotricina e diciamo non ho avuto piu' problemi tipo bruciore alla minzione etc ma non ho mai effettuato piu' ul ulteriore tampone dove aver effettuato la cura quindi non sono sicuro se l'ho debellata ma mi sono basato sulla scomparsa dei sintomi.Poi nella visita oculistica seguente dove mi e' stata riscontrata la congiuntivite cronica allergica non ne ho parlato e leggendo su internet ho visto che anche la clamidia porta congiuntiviti.Ora mi chiedo e di sicuro faro' un nuovo test se ne parlavo con l'oculista cosa cambiava cioe' che esami o cure mi consigliava alle'epoca?

Altra cosa che non ho mai capito ma se all'esame del tampone e' presente la clamidia significa che e' per forza presente anche a livello oculare?


E viceversa potrebbe essere possibile non avere la clamidia al tampone uretrale ma bensi solo a livello oculare?

Grazie dell'infinita pazienza
[#5] dopo  
Dr. Enrico Rotondo
40% attività
4% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Buonasera, e' un dubbio che può chiarirsi solo facendo un tampone congiuntivale per ricerca di clamidia, anche se le congiuntiviti da clamidia spesso hanno sintomi piu' eclatanti.

Cordialità