Utente 537XXX
Salve, mi è stata diagnosticata l'eiaculazione precoce primaria e il mio specialista mi ha prescritto la dapoxetina. Una compressa un'ora prima del rapporto e tutto si è risolto in maniera davvero sorprendente. Solo stasera nonostante il farmaco il problema si è ripresentato. Può essere dovuto al fatto che avevo troppo desiderio (non vedevo la mia ragazza da un mese e comunque ero molto "ansioso" di rivederla)? Dovrei parlarne con il mio medico per cercare una soluzione o prima è meglio capire se è stato un caso isolato?
Mi sembra di essere tornato indietro di un anno...

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
accia una diagnosi di natura del suo probklema, chew se psicogeno, non sempre i farmaci funzionano. Meglio, ion tali casi, senstire psicologo
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
l'eiaculazione precoce ha spesso un'etiologia mista, cioè le cause che concorrono a far manifestare e mantenere il disturbo clinico, sono svariate: da cattivo apprendimento sessuale, diadiche, cioè di coppia, intrapsichiche , correlate all'ansia, da cattivo utilizzo dell'immaginario e, tante altre.
Il farmaco, sicuramente aiuta notevolmente, ma integrare la terapia farmacologica ad una terapia psico-sessuologica, le sarebbe di grande giovamento.
Una “diagnosi non completa” ed una terapia che non affronti le cause nella loro globalità, possono costituire nel tempo, un fattore di mantenimento del disturbo , anziché la risoluzione della disfunzione.
Cari auguri
[#3] dopo  
Utente 537XXX

Iscritto dal 2005
In genere sono molto ansioso in tutto, ma con il farmaco specifico il problema sembrava risolto.
Il fatto che si sia ripresentato potrebbe essere dovuto al fatto che non avevo un rapporto da un po' e avevo fin troppa voglia di farlo?

Comunque affrontare la questione dal punto di vista psicologico non mi dispiacerebbe perché se riuscissi a risolvere il problema senza l'ausilio del farmaco non avrei più il problema di aspettare che faccia effetto... o di spendere cifre esorbitanti (il costo della dapoxetina per uno studente universitario è davvero elevato).

Vi ringrazio. Per ora resta comunque un caso isolato, se il problema dovesse ripresentarsi vedrò di discuterne meglio con lo specialista per trovare una soluzione.
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Ci aggiorni, se lo desidera.
Saluti
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
caro lettore,

giudicare una "eiaculazione precoce" sulla base di pochi rapporti, anche dopo lunghe attese è abbastanza difficile
Ne riparli con lo specialista che le ha consigliato la dapoxetina
cari saluti
[#6] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

escluse poche cause organiche (così come mi pare sia stato diagnosticato), l'eiaculazione precoce è un sintomo (non una malattia) che si manifesta come "copertura" di altri problemi emotivi e relazionali.

Nel caso del trattamento esistono:
- terapie biologiche (per es. la dapoxetina, gli SSRI, gli AD triciclici, ecc.)
- terapie psico-comportamentali (per es. di derivazione dalla Kaplan, ecc.)
- una combinazione delle due precedenti

Valuti con il suo specialista la possibilità migliore nel suo caso.