Utente 188XXX
Gentili dottori, sono un ragazzo di 24 anni e vorrei esporre un quesito a proposito di una eccessiva esposizione a fonte di calore dei testicoli.

Vivo in una città molto fredda, per ragioni di studio devo trascorrere diverse ore al giorno in una stanza freddissima e non riscaldata,
1 o 2 gradi senza stufa, 7 o 8 dopo 2 o 3 ore con una stufa a gas.

Senza rendermene conto oggi mi sono avvicinato troppo alla stufa ed ho avvertito un forte fastidio ai testicoli, dovuto al calore eccessivo, fastidio che, seppur diminuito è ancora presente.

Vorrei sapere se questo fatto possa aver provocato qualche problema, per quanto riguarda fertilità o sessualità, o se possa essere invece un disturbo reversibile.

La stessa vicinanza alla stufa, quando non si avvertano evidenti fastidi, è una condizione ininfluente o da evitare?

La stanza è grande e il freddo induce ad avvicinarvisi, dato che il calore emanato è tanto ma localizzato per diverse ore davanti ad essa, sino a che tutta la stanza non si è scaldata.

Grazie per ogni eventuale risposta.

I più cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
il calore è dannoso alla produzione di spermatozoi da parte del testicolo se si tratta di una situazione protratta nel tempo, e comunque è un'alterazione reversibile.
Nel suo caso direi proprio di stare tranquillo.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

un conto è una "ustione" contatto con il calore fino a sentire dolore ed altro.... un conto mantenere i testicoli a temperature elevate per lunghi periodi, giorni, settimane o mesi
Stia tranquillo
Cari saluti