Utente 188XXX
Buongiorno

vi scrivo riguardo ad un problema già ampiamente trattato qui ma che nel mio caso si è presentato in maniera piuttosto improvvisa.
Ho poco meno di 40 anni sportivo non fumo, non ho malattite e ho il colesterolo basso. Ho una vita sessuale piuttosto attiva da quando sono adolescente e con pochissimi momenti di defaiance. A volte mi capita di farlo anche dopo essermi masturbato qualche ora prima senza problemi di erezione, oppure farlo con partner diverse nella stessa settimana e di avere rapporti piuttosto prolungati senza mai perdere l'erezione.
Non ho mai difficolta ad avere un erezione quasi immediata e duratura in momenti di eccitazione anche solo mentale.
Qualche tempo fa dopo un lungo e intenso rapporto mi sono reso conto che il giorno dopo non riuscivo a tenere un erezione per piu di 1 minuto ma ho imputato la cosa al troppo stress derivante dal giorno precedente.
Poi la cosa si è protratta per un bel po tanto che per settimane intere faticavo anche ad avere una normalissima erezione ma comunque sempre insufficiente. Anche stimolando dirattamente il pene a volte non resta in erezione o non ci arriva nemmeno.
Pensavo che la cosa fosse psicologica ma anche con partner diverse il risultato era lo stesso, e anzi essendo molto eccitato eiaculavo quasi subito, forse per la paura che il pene non resistesse.
Ho iniziato a prendere delle patiglie a base d'erbe che aumentano il desiderio ma non hanno avuto effetto.
Ho notato che ho molte meno erezioni durante il giorno anche pensando a situazioni eccitanti che normalmente mi provocavano un erezione immediata.
Non so se collegare il cambio repentino di "comportamento" all'evento descritto, quindi una possibile causa organica scaturita in quell'atto oppure a cos'altro.
Secondo voi che esami dovrei fare e nel caso per provare se effettivamente è un problema organico legato alla circolazione potrei provare il levitra?
Grazie Mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore, prim di avventurarmi in terapie farei una diaggnosi. In genere i defict improvvisi sono psicogeni, ma possono essere vi anche problemi circolatori od ormonali. Rariri i neurologici. Senta un collega dal vivo