Utente 134XXX
Buonasera, mia mamma ha una malattia rara linfoma a cellule T, e al momento prende un medicamento chiamato sindrom per far diluire il sangue, e fa sempre il quick per tenere sotto controllo.É successo due settimane fa ha avuto male ai denti, ha aspettato se passava, ma alla fine era già un ascesso, e il dentista le ha dato da prendere un antibiotico ogni 6 ore abbastanza forte, perché lei aveva tanto male,tremava anche per il male.Capita che dal secondo giorno ha avuto dei sintomi bruciore forte allo stomaco,come uno stringimento e dolorante,dopo circa 5 giorni le é passato,ha chiesto al suo dottore di famiglia, e le ha detto che probabile poteva derivare dal medicamento.Ora é da due giorni che ha finito l`antibiotico,e da ieri mattina che ha un forte dolore acuto al petto,sotto al braccio destro e anche dietro la schiena in alto.da ieri sera gli é venuto un gonfiore al petto abbastanza pronunciato,ancora dolorante ma leggermente meno.Mia mamma é una testona, dice sempre magari passa, magari ho preso freddo,ma non puÒ essere un sintomo di infarto,e magari i sintomi avuti già l`altra settimana non erano dovuti al medicamento, ma erano già sintomi magari di un infarto?Mi devo preoccupare, o non é niente, visto che lei non vuole andare al prontosoccorso, e vuuole vedere se passa.grazie.saluti.Daniela.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il gonfiore come dice lei al petto non ha niente a che fare con il cuore. Anche il dolore che lei riporta non è tipico per un dolore cardiaco, ma comprenderà che è molto difficile escludere o porre una diagnosi per via elettronica. Avverta il suo curante domattina. Cordialità. Cecchini
www.cecchinicuore.org