Utente 124XXX
Gentile Dr.
Ad un anno e mezzo dopo aver contratto la lue ed aver effettuato la cura prescrittami( 4 iniezioni da 2400000 u.i. di benzatilpenicellina benziatinica 1 alla settimana per 1 mese), con successivi esami che evidenziavano il debellamento dell'infezione, ho rifatto i controlli in questi gg.con i seguenti risultati:
VDRL QUANT. POSITIVA TIT.1/2
TPHA PART. tit.1/80 positivo tit.1/640
RICERCA AB TOTALI (IgG - IgM):
ANTI TREPONEMA PALLIDUM TIT. INDICE 10,00
WESTERN BLOT (ANTICORPI ANTI TREPONEMA):
Treponema pal. IgG - positivo,presenza di bande
specifiche (47,17,15,5) per anticorpi anti treponema

Gentilmento sono a richiderLe suo cortese parere
circa i valori qui espressi.

In attesa di LeggerLa sono ad esprimerle i miei migliori
saluti ed auguri per un buon 2011.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Salve,
una infezione luetica, pur guarita, lascia nel sangue delle tracce, che, nei testi, vengono definite "cicatrice sierologica". Cosiccome un taglio lascia una cicatrice sulla cute, la lue lascia una cicatrice nel sanguie e questo pèarrebbe essere il suo caso.

saluti e contracambio gli auguri

Mocci
[#2] dopo  
Utente 124XXX

Iscritto dal 2009
Grz per la sollecita e cortese risposta, se ho ben capito
si tratta di una traccia nel sangue che rimarrà per tutta
la vita, importante è che l'infezione è stata debellata e che non lasci o porti conseguenze per il futuro.
Grazie anticipatamente se vorrà ulteriormente ragguagliarmi suo questo mio dubbio.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
0% attualità
20% socialità
VALENZA (AL)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2005
Penso che abbia esattamente percepito quanto avevo inteso spiegarle, per cui non c'è tanto da aggiungere, se non che la lue non dà immunità, quindi, con una condotta sessuale scriteriata ce la si può riprendere, ovvio. Quindi, vita sessuale anche brillante, ma con le dovute precauzioni, mi raccomando.

Saluti

Mocci