Utente 447XXX
Stimati dottori, il mio più che un problema, è una preoccupazione. Sono una signora di 50 anni con due figli di 25 e 21 anni, e come è consigliabile fare mi sottopongo periodicamente ad una mammografia con relativa visita. L'ultima, nel 2006, ha dato la seguente diagnosi:

MAMMOGRAFIA BILATERALE

Struttura mammaria di tipo fibroadiposo con corpus mammae ipoplasico.
Non segni di lesioni infiltrative in atto.
Reperto fondamentalmente sovrapponibile all'esame precedente.


ECOGRAFIA MAMMARIA

Ecostruttura mammaria disomogenea.
Non segni ecografici di lesioni individualizzate.
Controllo clinico eco-mammografico fra 1 anno.



Tra qualche giorno dovrò sottopormi alle suddette visite e la mia preoccupazione riguarda il prurito che spesso avverto al seno, soprattutto al capezzolo e zone circostanti. Fino a poco tempo era presente anche una lesione cutanea pruriginosa, tipo scottatura che pian piano è scomparsa, lasciando solo una lieve traccia della sua presenza. Devo dire che tale disturbo era presente anche al tempo della precedente visita. Cosa potrebbe essere? Devo preoccuparmi?
Grazie per la cortese attenzione.


Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile signora,

NON DEVE PREOCCUPARSI !

L'ESITO DELLA MAMMOGRAFIA E DELLA ECOGRAFIA è NEGATIVO nel senso
di NULLA DI SOSPETTO IN SENSO ONCOLOGICO.

La lesione che descrive a carico del capezzolo, in via di risoluzione , è verosimilmente di pertinenza dermatologica e ne avrà la conferma all'atto della prossima visita.

Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
[#2] dopo  
Utente 447XXX

Iscritto dal 2007
Egregio Dr. Catania, la ringrazio per il suo interessamento e per le sue parole rassicuranti. Domani mattina ho la visita senologica.
Cordialmente,

R.
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Ci aggiorni se lo desidera.
[#4] dopo  
Utente 447XXX

Iscritto dal 2007
Egregio Dr. Catania, purtroppo la Sanità a volte fa le bizze, perchè evidentemente si sono sbagliati e PRIMA dovevo fare la mammografia e l'ecografia, e DOPO la visita senologica. Stamattina infatti ho fatto la mammografia, verso la fine di ottobre avrò l'ecografia. Dopo l'ecografia ci sarà la visita, a data da definirsi...

La ringrazio per l'interessamento, non mancherò di aggiornarLa.

Buona serata,

R.
[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E intanto la lesione a carico del capezzolo è regredita del tutto ?
Se si, attenda con tranquillità le indagini programmate.
[#6] dopo  
Utente 447XXX

Iscritto dal 2007
A dire il vero, la lesione da me citata non si trovava precisamente sul capezzolo, ma vicino. Comunque, è rimasta una traccia, una zona di pelle più scura e più ruvida, come se appunto ci fosse stata una scottatura. I primi tempi della sua comparsa, il mio medico di base mi prescrisse una pomata al cortisone che calmava il pruruto solo per un breve lasso di tempo. Il prurito che interessa il capezzolo è iniziato in tempi recenti.

Il senologo che mi visitò l'anno scorso, mi consigliò di non indossare reggiseni colorati e di preferire il cotone, perchè altri tessuti e soprattutto se colorati potevano favorire tale disturbo, e mi disse di stare tranquilla.

Ma il tempo passa e il disturbo resta. Spero che le prossime visite mi dicano qualcosa in più e soprattutto riesca a risolvere il problema.

La ringrazio nuovamente.

Buona serata,

R.
[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
a 50 anni una erosione superficiale che, in quella sede, tende a non guarire e si accompagna a prurito, merita sempre un approfondimento
diagnostico.

Mi scrive "già era presente alla precedente visita" : a quando risale esattamente la sua insorgenza ?

Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
[#8] dopo  
Utente 447XXX

Iscritto dal 2007
Egregio dottore, il momento preciso non saprei dirglielo perchè non ricordo, ma sicuramente due anni almeno. Il mio medico di base mi disse che si trattava semplicemente di un eczema, ma in effetti sono passati due anni...

Cordialmente,

R.
[#9] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Gentile signora,

impossibile risponderLe correttamente via Internet in assenza di un consulto diretto.

Può essere .....qualsiasi cosa!

L'importante in questi casi escludere una malattia di PAGET che presenta un aspetto ECZEMATOIDE ( stia tranquilla si tratta pur sempre di una malattia curabile ma di pertinenza oncologica ).

In linea generale- NE PARLI CON IL SUO MEDICO- la diagnosi differenziale tra eczema e malattia di Paget si basa su POCHE E ALEATORIE caratteristiche :

-L'eczema è generalmente bilaterale, mentre il Paget è monolaterale.

-l'ECZEMA PRESENTA UNA STORIA INTERMITTENTE,con evoluzione rapida, al contrario del PAGET che presenta UNA STORIA CONTINUA con evoluzione lenta ma costante della evoluzione.

-l'eczema è quasi sempre UMIDO , mentre il Paget può essere umido, ma generalmente è SECCO.

-nell'eczema il capezzolo può essere coinvolto, ma può essere risparmiato, mentre nel Paget, salvo casi eccezionali (osservati anche da me) è SEMPRE coinvolto.

-Il prurito è comune ad entrambe le lesioni.

Se vuole stampi questa mia risposta e ne ridiscuta con il Suo curante.Io resto a disposizione .

Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
[#10] dopo  
Utente 447XXX

Iscritto dal 2007
Egregio Dr Catania,

in settimana mi consegneranno i risultati della mammografia, per cui sapremo qualcosa in più. Speriamo tutto bene.

Cordialmente,

R.
[#11] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
D'accordo.
Ma la mammografia probabilmente non dirà nulla sulla lesione dermatologica.

Quindi occorre la visita per definirla.
[#12] dopo  
Utente 447XXX

Iscritto dal 2007
Probabilmente, comunque l'infermiera che ha eseguito la mammografia ha detto che quando la dottoressa riscontra qualcosa di anormale chiama immediatamente l'interessata, prima cioè del giorno prestabilito per il ritiro dei referti. Da martedì ad oggi non si è fatto sentire nessuno. La visita senologica deve necessariamente avvenire dopo mammografia ed ecografia, per cui bisogna solo aspettare pazientemente.
La terrò informata.

Buona serata,

R.
[#13] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
D'accordo !
[#14] dopo  
Utente 447XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dr. Catania, finalmente ho gli esiti della mammografia, dell'ecografia e infine della visita senologica. Allora, la mammografia dice:

Seno in involuzione fibro-adiposa nel cui contesto non si apprezzano lesioni sospette in senso eteroformativo. Il quadro mammografico è sovrapponibile al precedente esame portato in visione eseguito in altra sede nel 2005.


L'ecografia dice:

Non si apprezzano lesioni occupanti spazio nè solide nè liquide.


Infine, questa mattina mi sono sottoposta alla visita senologica e il dottore mi ha rassicurata dicendomi che la lesione (oramai quasi completamente scomparsa) non era da attribuirsi a problemi al seno, ma bensì qualcosa a livello epidermico (dermatite) oppure dovuta ad un calo ormonale, dato che tutti gli esami hanno dato esito negativo. Mi ha tuttavia prescritto una pomata (se ho capito bene la prescrizione dovrebbe essere Flavonil), e consigliato di rivolgermi ad un dermatologo se il problema dovesse ripresentarsi.

La ringrazio per il tempo che ha dedicato al mio problema.

Cordiali saluti,

Rosa
[#15] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Bene,
mi sembra che si possa parlare di una quadro clinico-strumentale di assoluta normalità.
Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com