Utente 188XXX
Da tre anni ho un rapporto extraconiugale continuativo con una donna sposata con la quale però, anche se la relazione è iniziata con un grande coinvolgimento, non ho mai pensato di costruire un qualcosa di più impegnativo o programmare un futuro insieme visto che lei è oramai in crisi dichiarata con il suo marito. Fino a un anno e mezzo fa per la parte sessuale funzionava tutto bene fino a quando, durante un rapporto orale (con mia grande negativa sorpresa) arrivato al momento finale eiaculo senza provare l'orgasmo. In altre parole quasi non mi accorgo di aver eiaculato.
Pensavo che poteva essere un fatto occasionale ed invece si sta ripetendo oramai per un tempo troppo lungo.
Vi fornisco di seguito schematicamente tutti gli elementi che credo possano aiutare in una diagnosi:
- età 49
- il problema è ormai continuo da circa un anno e mezzo.
- non si era mai manifestato in precedenza
- non so se si potrebbe manifestare con altre partner poichè in questi tre anni ho avuto solo questa relazione
- accade anche con la masturbazione.
- l'eiaculazione avviene senza potenza nel gettito e la quantità di seme prodotta non è copiosa
- In questo periodo, solo in un paio di occasioni eccezionali ho avuto un orgasmo "normale" e con una eiaculazione normalmente abbondante
- le contrazioni orgasmiche sono pressochè assenti
- segnalo che anche quando urino il gettito da tempo fuoriesce senza forza.

E' possibile conoscere quali potrebbero essere le cause (se fisiologiche o psicologiche)?

E cosa mi consigliate di fare?

Vi ringrazio dell'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Per caso sta assumendo farmaci alfalitici? Nel dubbio, ci può elencare (se ne assume) tutti i farmaci in atto?
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

il raggiungimento della sensazione orgasmica è un fenomeno abbastanza complesso che risente di fattori fisici, emotivi e psicologici.
A 50 anni si potrebbe anche pensare ad un qualche coinvolgimento della prostata.
Credo che, se il fenomeno persiste, sia il caso di farsi vedere e parlare con uno specialista che possa aiutarla a capire e superare tale "impasse"
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
In primo luogo grazie dei consulti.
In risposta al Dott. Pescatori aggiungo che non assumo alcun farmaco mentre specifico al Dott. Pozza che ho effettuato nel gennaio scorso un controllo generale a gennaio dell'anno scorso che prevedeva anche una ecografia vescico-prostatica sovrapubica. Il referto è stato il seguente:
Vescica normodistesa, omogeneamente riempita, senza apprezzabili lesioni focali o diffuse a carico delle pareti, che mantengono spessore regolare.
Prostata con volume
Diam. trasversale mm45
Diam. antero post. mm27
Diam. long. mm36
L'ecostruttura ghiandolare si presenta finemente disomogenea come per una condizione di ipertrofia adenomatosa transizionale.
nella norma le vescicole seminali.

Grazie ancora