Utente 468XXX
buon giorno vi scrivo per avere dei chiarimenti in merito alla riabilitazione post infarto.
Mia madre,è stata portata in ospedale con un tempo precardio di oltre 12, con insufficienza ventricolare sn.
E' stata eseguita angioplastica con disostruzione arteria discendente anteriore. Durante la degenza ha ripreso un adeguato compenso di un emodinamico.
l'ecocardiogramma,evidenzia cinesia apice in toto e del terzo miocardio apicale della parete anteriore con fe di circa 40%.
Il medico gli ha prescritto di stare a riposo per 4 settimane e riprendere gradualmente una attivita fisica enaerobica, arrivando a camminare per 45 min tutti i giorni.il prossimo controllo tra 30 gg.
Le mie domande sono queste:
-non è consigliabile rivolgersi a un centro di riabilitazione dove possa essere aiutata?
-è consigliabile rivolgersi ad uno specialista o aspettare i 30 gg dell'ospedale?(da profano sembrano tanti)
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Le consiglio di sottoporre il caso di Sua madre ad un Centro qualificato di Riabilitazione Cardiologica, dove Le verranno forniti i migliori consigli per la gestione più adeguata del delicato periodo post-infartuale.
Cordiali saluti