Utente 190XXX
Buongiorno, mi sono curata con Monuril per un episodio di cistite che si è poi ripetuto a distanza di 15 gg a seguito di rapporti non protetti. L'urinocultura ha poi evidenziato l'infezione da klebsiella. Attendo di rifarlo per capire se l'antibiotico lo ha debellato. Nel frattempo volevo capire se è possibile che sia il partner a scatenare questi episodi pur essendo asintomatico e nel caso lui che esami dovrebbe fare ? L'altra domanda è se è possibile che delle placche in gola precedenti alla cistite si possono riferire allo stesso batterio. Grazie, cordiali saluti.
[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
La klebsiella e' un batterio dell'intestino, che si puo' trovare quindi in zona perineale. Una attivita' sessuale un po' intensa puo' facilitare la risalita dei germi perineali lungo l'uretra femminile (che e' corta e si apre sullo scenario dei fatti). La situazione e' tipica degli sposini, tanto che si parla di honeymoon cystitis.

La klebsiella non appartiene al partner ma verosimilmente a lei, e la sua risalita sarebbe vieppiu' favorita nel caso si alternassero in successione penetrazioni anali e vaginali.

Prevenzione: accurata detersione di genitali e perineo dei due partner, prima di fare sesso. Se cio' nonostante la cistite recidiva, potrebbero esserci concause anatomiche, da valutare a cura del ginecologo.



[#2] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2006
Molte grazie per la risposta! è molto verosimile che sia proprio come Lei indica visto che soffro di stipsi che sto curando con dieta appropriata e fermenti probiotici.Volevo però chiedere se per l'igiene prima e dopo rapporti occorre un detergente specifico antibatterico e/o antimicotico o magari applicazioni di creme per lui e ovuli per me.
Ultima cosa : non mi ha risposto se le placche in gola posso essere state causate dalla Klebsiella avendo letto che il batterio colpisce vie urinarie e anche respiratorie.
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Per l'igiene basta una robusta sciacquata con normale sapone.

Per le placche in gola non si puo' dire, gli enterobatteri prendono le vie respiratorie solo nei soggetti immunodepressi o ospedalizzati da tempo. E' piu' facile che sia un cocco. La klebsiella si chiama pneumoniae perche' il primo che l'ha scoperta l'ha isolata da una polmonite, ma in realta' il suo habitat e' l'intestino.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cara lettrice,
comunque ,se il suo problema clinico non dovesse modificarsi , monitorizzi la situazione nel tempo eventualmente associando alla valutazione colturale sulle urine anche un tampone vaginale e oro-faringeo.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#5] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2006
Grazie Dottore. Sto aspettando un nuovo esito di urinocultura perchè il problema persiste ed è legato ai rapporti (ne ho ormai la certezza). Il PAP test non ha rivelato nulla e il mio ginecologo mi ha detto che per la klebsiella serve l'antibiotico Augmentin ma avendo preso settimana scorsa il Monuril speravo di aver risolto così e stavo temporeggiando....
Certamente come mi consiglia lei farò anche il tampone se necessario.
Intanto mi preme molto risolvere il problema di stipsi che per ora non migliora malgrado la dieta e i fermenti lattici.
Molte grazie ancora e buona serata.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività +60
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile sigmora ,
in questa prospettiva oltre alla dieta e i fermenti lattici a volte aiuta una moderata attività fisica (palestra, nuoto, corsa. ecc).
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#7] dopo  
Utente 190XXX

Iscritto dal 2006
Gentile Dottore, un'ultima cortesia : ci sono problemi se assumo Augmentin e utilizzo ovuli vaginali Pevaryl ? Alla cistite si sono aggiunte perdite e prurito. Non ho modo di sentire il mio ginecologo oggi e per scrupolo ho scritto qui.....grazie ancora..