Utente 150XXX
Gentili Dottori,
ho effettuato recentemente un ecocolordoppler dei vasi epiaortici per dei giramenti di testa e dolore alla base del collo nella zona anteriore destra, dal quale risulta tutto nella norma ad esclusione dello spessore medio intimale che è di 0.7 mm. Ho 22 anni, devo preoccuparmi di questo valore molto alto per la mia età facendo altri approfondimenti?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Deve preoccuparsi se ha familiarità per ictus od infarti, se ha una ipercoleterolemia, se la pressione non fosse controllata, se assumesse anticoncezionali e se fumasse.
Tenga che ognuno di questi fattori di rischio, assieme al sovrappeso , si moltiplica con gli altri ed il sovrappeso agisce come fattore moltiplicante. Quindi inizi a ridurre i fattori di rischio che le ho elencato. Cordiali.
Cecchini
www.ceccchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio per la risposta. Non ho nessuno dei fattori di rischio da lei elencati. Quel valore così elevato deve destare dei dubbi oppure può essere semplice costituzione?
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
No non è costituzione. È un rilievo che va controllato nel tempo. Se lei fosse sovrappeso cerchi di ridurlo. Cordialità.
Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Sto perderdo il peso in eccesso come mi ha consigliato. Purtroppo continuo ad avere debolezza, tachicardie improvvise che mi portano quasi al collasso, dolori allo sterno spero non di origine cardiaca, dolori sempre alla carotide destra con vibrazione di quella zona e percezione del passaggio del sangue (solo a destra), spasmi vascolari in ogni dove. Considerando che gli esami ecg ed ecocuore sono nella norma a quale specialista dovrei rivolgermi? è qualche anno che ho questi sintomi ma con il tempo stanno peggiorando. I miei sintomi sono stati attribuiti a problemi ansiosi che è il modo migliore per liquidare un paziente, l'ansia porta all'ispessimento delle carotidi? Immagino di no. Le ripeto che non ho nessuno dei fattori di rischio che lei ha elencato se non un lieve sovrappeso, nulla di grave. Non so più che fare chiedo consiglio ai medici che mi vorranno rispondere. Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il parlare di "ansia" non e' per liquidare un pazuiente ma per inquadrarlo e per curarlo. Lei non ha bisogno di angiologi o di cardiologi, ma di qualcuno che le curi l'ansia, la qual non curata non solo le riduce la qualita' di vita, ma comporta un aumento di lavoro cardiaco in termini di frequenza e di pressione.
Si tranquillizzi e cerchi di affrontare il problema con un collega che le ridurra' la quota ansiosa.
Cordialita'
cecchini
[#6] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Ho affrontato il problema prima con uno psicologo poi con uno psichiatra molto bravo, con quest'ultimo è stato fatto un lavoro di 2 anni. Attulmente non soffro nè d'ansia nè di depressione, soffro di alcuni disturbi fisici che naturalmente un pò d'ansia la mettono. Pressione 115-70 braccio sinistro 125-75 braccio destro, misurata con sfigmomanometro
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I suoi valori pressori sono normali. La differenza dx > sin e' fisiologica per motivi "idraulici" .
Cordialmente
cecchini
[#8] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
ho trovato un esame doppler del 2005 fatto sempre per gli stessi sintomi in cui risulta come spessore medio intimale 1.2 mm, valore da settantenne immagino. comunque ora risulta 0.7, magari in realtà è 0.5. siamo nelle mani del signore
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' sempre opportuno eseguire lo stesso esame dallo stesso operato o per lo meno presso lo stesso centro. Differenze anche importanti possono scaturire da tecniche diverse di misurazione

Ad ogni modo, Se si sentisse davvero nelle mani del Signore , consulti lui, chiedendogli magari perché abbia inventato l aterosclerosi.
Un saluto con simpatia
Cecchini
[#10] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Non mi sento nelle mani del signore era una frase fatta non volevo offendere, la mia è solamente la sofferenza di una persona che non trova risposta alla propria sofferenza fisica e di conseguenza psicologica o viceversa. In ogni caso penso che rilevare una differenza così elevata delle spessore da 1.2 mm nel 2005 a 0.7 mm ad oggi non sia un errore da poco in campo medico. Anche perchè se effettivamente all'età di 17 anni (2005) il mio spessore medio intimale fosse stato di 1.2 mm l'addetto che ha effettuato l'esame avrebbe dovuto metterci al corrente che qualcosa non andava considerando che il mio colesterolo totale è sempre stato sotto i 150 e che non ho mai avuto patologie importanti anzi tendo a non ammalarmi quasi mai . La ringrazio del tempo dedicatomi.
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
E' sempre opportuno eseguire lo stesso esame dallo stesso operato o per lo meno presso lo stesso centro. Differenze anche importanti possono scaturire da tecniche diverse di misurazione

Ad ogni modo, Se si sentisse davvero nelle mani del Signore , consulti lui, chiedendogli magari perché abbia inventato l aterosclerosi.
Un saluto con simpatia
Cecchini
[#12] dopo  
Utente 150XXX

Iscritto dal 2010
Ma cosa centra il ripetere lo stesso messaggio per due volte? non ci azzecca niente con l'ultimo messaggio che ho postato. Lei ritiene che non sia un errore medico liquidare un paziente di 17 anni con un tutto bene dopo avere rilevato uno spessore medio intimale di 1.2 mm?
Poi non so cosa intende per tecniche diverse di misurazione ma immagino che anche usando tecniche diverse il risultato dovrebbe essere "almeno" simile.
Comunque se ci fossero altri medici che hanno letto i miei messaggi sarei grato se potessero darmi una mano per lo meno indirizzarmi su cosa dovrei fare per capire il motivo di questo principio di aterosclerosi in assenza di fattori di rischio (non fumo, non sono sovrappesso, non bevo non mi drogo, familiari longevi, faccio attività fisica, colesterolo totale 150 massimo, hdl 60 e via dicendo) e nel caso ci fosse questo motivo se fosse possibile curarlo. Cordiali saluti.

[#13] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il messaggio e' stato pubblicato due volte evidentemente per un problema tecnico.
Se i due valori sono discordanti lo deve chiedere a chi le ha praticato i due esami, non certo a me.
Quello che le consiglio e' di ripetere l'esame presso un centro specializzato dove quotidianamente vengono eseguite decine di esami del genere.
Arrivederci.
Cecchini