Utente 182XXX
Salve,sono un futuro collega.Soffro di EP ,conosco il problema e la sua complessità e attendo di effettuare una visita andrologica.Nel frattempo ne ho parlato con un urologo di fiducia che mi ha detto di usare Emla (abbiamo valutato che il mio problema non sussiste con l'uso di preservativi ritardanti e se durante la masturbazione non insisto sul glande). Già sapevo di questa pomata ma mi è stato detto di usarla 1 ora prima del rapporto (non più efficace e più pratico 10 minuti prima?),e seconda domanda,mi ha consigliato assieme Ezerex bustine, ma non ho ben capito se come complemento per l'ep (non credo serva molto) oppure come potenziatore dell'erezione nel caso emla dovesse dare leggera impotenza.quindi fare ezerex più emla, o solo emla e poi nel caso ezerex?emla 1 ora o 10 minuti prima? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro futuro collega,
serve diagnosi etiologica: problema fisico op psicogeno? Se psicogeno, come sembra, meglio psicoterapia a 22 anni che farmaci, a mio avviso.
[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile futuro collega,
mi associo al Dr.Cavallini nella risposta.
Una “diagnosi non completa” ed una terapia che non affronti le cause nella loro globalità, possono costituire nel tempo, un fattore di mantenimento del disturbo nel tempo, anziché la risoluzione della disfunzione.
Vista la sua giovanissima età, opterei per un approccio comunque poliedrico, visita andrologica e valutazione psico-sessuologica, per le ovvie e conseguenti ripercussioni che la salute sessuale ha sulla qualità della vita e della vita di coppia
Cari saluti
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro futiro collega,

una eiaculazione precoce dovrebbe essere ben definita per capire se possa essere legata a fattori organici o possa dipendere da una problematica erettile o possa essere legata ad una sregolazione dei meccanismi neurotrasmettitoriali.
A mio parere va anche valutata la situazione di coppia. Personalmente non sono molto "entusiasta" della soluzione EMLA mentre potrebbe essere valutata l'ipotesi di terapie farmacologiche nel momento che ci si renda conto della rilevanza del disturbo sulla funzione sessuale generale

cari saluti
[#4] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Concordo con il collega andrologo, sull'inefficienza della pomata emla,è un anestetico locale, che funziona, sempre che funzioni, solo fino a quando lei la adopera.
Una valutazione andrologica sulla cause ed una consulenza psico-sessuologica, al fine di integrare ulteriori elementi correlati alla sua salute sessuale,rappresenta un percorso possibile.
Ancora auguri
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La pillola crea dipendenza, mica guarisce.