Utente 188XXX
Un mese fa mi sono tagliato nell'indice della mano destra, nella parte superiore all'articolazione tra la prima e la seconda falange partendo dal basso, dove la pelle è più elastica. Il taglio era abbastanza profondo, infatti sporgeva fuori l'osso; la parte di carne parzialmente staccata dal dito mi è stata rimessa apposto con dei punti che ho tolto circa 2 settimane fa, la ferita è ormai chiusa e si è formata una cicatrice anche abbastanza sporgente, ma non riesco a piegarlo come prima, riesco solo a portare a 90° la seconda falange rispetto a alla prima e la terza mi si piega a malapena e con un po di dolore.
Volevo sapere se questo problema è normale cioè che si tratta solo di riabilitare il dito e di elasticizzare la pelle cicatrizzata oppure se si tratta di un tendine lacerato o qualcosa di più complesso. GRAZIE!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Devo ammettere che non ho capito nè la sede della lesione nè qual è la articolazione che piega fino a 90°, anche perché "dal basso" presuppone di sapere la posizione di partenza.
La parte della mano con il palmo è costituito dal metacarpo. Con ciascun osso del metacarpo si articola una falange detta 1^ falange (o falange basale). Questa falange si articola con la 2^ falange (o falange intermedia), che a sua volta si articola con la 3^ falange (o falange distale, o falange ungueale, dato che è presente l'unghia). Nel pollice ci sono invece solo due falangi, 1^ e 2^, o basale e distale, o basale e ungueale, ma questo lo dico solo per completezza, perché non ci interessa nel Suo caso.
Se ci rispiega il tutto in base a questa descrizione forse riusciamo a esserLe più utili. Ci dica anche se la ferita era sul dorso del dito (come mi è sembrato di capire), se dopo la sutura il dito è stato immobilizzato (gesso o stecca) e per quanto tempo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
intendevo dire come ha detto lei partendo da quella basale la 1^ falange e così via; la ferita si trova sul dorso del dito e non è stato immobilizzato ne con stecca ne col gesso, ho avuto solo 4 puti di sutura tenuti poco più di una settimana e una fasciatura.
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Una ferita sul dorso della articolazione che esponga l'osso e che quindi interessi le strutture capsulo-tendinee richiede una sutura particolare e una immobilizzazione per 45 gg per comsentire la riparazione del tendine. Se nel Suo caso invece l'unica limitazione è la flessione non completa devo pensare che il tendine non sia stato interessato dal trauma e che quello che sembrava la sporgenza dell'osso in realtà era un piano più superficiale. In tal caso la limitazione della flessione può essere dovuta alla cicatrice. E' ovvio però che non è possibile decidere a distanza (senza aver visitato direttamente il dito e controllato con le manovre opportune l'integrità dei tendini) se è tutto normale o se vi siano altre lesioni.
Consiglio una visita presso un ortopedico esperto in chirurgia della mano per una valutazione diretta, ad esempio presso la U.O. Ortopedia e Traumatologia Ospedale di Urbino http://www.asurzona2.marche.it/viewdoc.asp?CO_ID=913 in modo da sapere se occorra solo la riabilitazione. Può vedere qui gli specialisti della Sua regione,anche se limitatamente a quelli iscritti alla Società, e le strutture pubbliche presso le quali lavorano http://www.sicm.it/regioni.html?reg=10
Cordiali saluti