Utente 189XXX
Buonasera a tutti, a mio papà è stato riscontrato un aneurisma di natura dissecativa di dimensioni 3cmx3cm (con falso lume) nel tratto distale dell'aorta. Premetto che ogni anno effettua screening ecografici e che le dimensioni aneurismatiche sono invariate da anni. Tuttavia quest'anno il radiologo ha voluto approfondire la questione consigliando una RMN da cui è emerso il referto di cui sopra. A questo punto mi chiedo cosa dobbiamo aspettarci? Non è iperteso e prende regolarmente farmaci atti a ridurre il colesterolo e antiaggreganti e cosa importante è assolutamente privo di sintomi! E' possibile evitare l'intervento? o i rischi sono troppo alti? Si può optare per un intervento di endoprotesi per evitare tutti risvolti negativi derivanti da un intervento a cielo aperto?
Grazie molte
[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Gentile utente,presumibilmente l'ètà di suo padre sarà tra i 60-65 anni.Comunque le dimensioni dell'aneurisma,la sede sottorenale,l'assenza di sintomi e la stazionarietà,giustificano un'attesa vigile.E' consigliato monitoraggio TC e/o Ecocolordoppler annuale.
L'incremento annuale superiore ad un centimetro e la comparsa di sintomi,sono elementi di allarme che vanno valutati dal chirurgo vascolare che stabilirà il trattamento migliore(chirurgia standard o endoprotesi).
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
La presenza di segni di dissezione potrebbe far propendere per un atteggiamento terapeutico chirurgico più precoce.
Per il resto vale quanto opportunamente suggerito dal Collega.
[#3] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Gentili dottori, vi ringrazio per le vostre pronte risposte. Oggi mio papà ha effettuato una visita di chirurgia vascolare nel corso della quale è stato prescritto un monitoraggio della pressione e un controllo a sei mesi (ecodoppler) al fine di monitorare l'andamento della dilatazione aneurismatica dissecante. Può essere sufficiente tale prescrizione o è necessario consultare altri specialisti al fine di intervenire chirurgicamente?
Ci possono essere rischi concreti nel breve-medio termine in un'aneurisma dissecante di tali dimensioni (diametro 3cm, estensione cranio-caudale 3,6cm)?

Grazie
[#4] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
8% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2009
Nella mia precedente risposta,le suggerivo il monitoraggio
annuale in quanto lei descriveva una stazionarietà di anni
delle dimensioni dell'aneurisma.Va bene il controllo,consigliato dal collega,a sei mesi.Però se nelle indagini precedenti non si è mai evidenziato l'aspetto dissecante ed ora si,condivido di più l'orientamento del collega Piscitelli.
Saluti