Utente 153XXX
Gentili Dottori!

Ho preso un colpo alla testa abbastanza forte uscendo da una porta di una cantina fatta in cemento armato.
La zona del colpo è sopra la testa, zona parietale.
Non ho avvertito sintomi gravi o particolari, come vomito, abbasamento vista a altri sintomi neurologici, solo un leggerissimo frastornamento subito dopo il colpo.
Diciamo che mi sento bene, a parte un leggero fastidio nella parte colpita.
Sono andato al pronto soccorso e spiegando al dottore quello che mi era successo mi ha detto assolutamente di non preoccuparmi e non mi ha visitato neanche, sono stato al massimo 5 minuti e me ne ha mandato.
Mi è apparsa una cosa superficiale, e mi ha detto che non c'è neanche bisogno della TAC.
Per sicurezza ho fatto un colpo di telefono al mio medico di base e anche lui mi ha detto di non preoccuparmi e di mettere solo un pò di ghiaccio.
Io però sono preoccupato e ho paura che questo colpo mi possa portare problemi in futuro.
Voi cosa ne pensate??

Sarò sicuramente io molto ansioso ma voi mi dite che sia il caso di fare una TAC??

Grazie


Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Quello che Le hanno riferito con il limite maggiore che noi non abbiamo avuto la possibilità nè di visitarla nè di vederla o ascoltarla. Le sue preoccupazioni sono ingiustificate ma in caso di novità si faccia rivedere in Pronto Soccorso.
[#2] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dr.Catania!!

Ora sono passati quasi 2 giorni dall' "incidente" e non ho nessuno tipo di fastidio, non mi è neanche uscito il cosiddetto bernoccolo.
Avverto solo un leggerissimo fastidio quando tocco la zona colpita, ma fastidio che sta piano piano scemando, a dire la verità è quasi scomparso.
Io mi sono preoccupato, perchè il medico del pronto soccorso non mi ha neanche visitato.
La mia paura è che all'improvviso mi possa succedere qualcosa, avendo conosciuto una persona che per un colpo in testa, sicuramente più forte e con sintomi, è finita sulla sedia a rotelle e questo è avvenuto giorni dopo dal colpo che prese.
Sarò sicuramente io esagerato, ma essendo ignorante in materia vado in confusione.

Lei che dice?


Grazie
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Che da quanto descrive....è esagerato!
[#4] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
-quindi mi posso tranquillizzare Dr.Catania??

Grazie
[#5] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Il "Medico di Pronto Soccorso" non l'ha neanche visitato perché esistono precise linee guida per cui in questi casi è determinante l'anamnesi, mentre il dato clinico (visita) è quasi sempre del tutto irrilevante. Paradossalmente una lesione evidente (ad es. con ampio sanguinamento) può non essere associata ad un trauma cranico preoccupante sul piano prognostico.
Lei evidentemente non presentava i segni del cosiddetto trauma cranico commotivo (perdita di conoscenza, amnesia) che avrebbero imposto osservazione prolungata ed accertamenti.
Altre condizioni che avrebbero indotto a maggiore approfondimento sono costituite da malattie emocoagulative o trattamento in corso con farmaci che interferiscano con la coagulazione.
Fermo restando che la Medicina non è una scienza esatta e che purtroppo tutto può accadere al di la delle previsioni, le linee guida vengono identificate proprio per fornire strumenti idonei ad individuare i casi prevedibilmente a rischio, evitando di sottoporre ad accertamenti inutili, costosi e in qualche modo invasivi (radiazioni) pazienti che non ne hanno necessità.
[#6] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Grazie Dr.Pscitelli per la sua dettagliata risposta.

cordiali saluti