Utente 188XXX
Concomitante a terapia farmacologica, mesi fa ho avuto un aumento ponderale notevole regredito poi con la dieta alla sospensione del medicinale.
Pur essendo tornata circa al mio peso iniziale, ho gli arti molto magri ed un pancione tondo (80 cm in vita). Sottopelle ho più accumulo adiposo di "prima" tuttavia la dimensione dell'addome è prevalentemente determinata da una causa "interna"; le ipotesi del medico, sono: un aumento del grasso endoaddominale conseguente i farmaci assunti (per la cui valutazione mi è stata prescritta una rmn senza contrasto), o un megacolon. O entrambi.
Soffro di stitichezza nonostante consumi fibre etc etc.
Il punto è che l'addome è dilatato anche da "vuoto".

.. Ora, il gonfiore è proprio evidente e causa di non trascurabile disagio.

Se gli esami diagnostici confermassero le ipotesi, c'è una via risolutiva, anche chirurgica, che possa riportarmi a quella che ero solamente un anno fa?

Qual è l'esame più indicato per la diagnosi di megacolon? E' sufficiente la stessa rmn senza contrasto?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Il megacolon non si accompagna abitualmente ad un aumento delle dimensioni dell' addome, credo quindi altre ipotesi andrebbero considerate. Auguri!