Utente 188XXX
gentile dottore, sono un ragazzo di 20 anni e vorrei esporle due problemi.

1)da un po' di tempo avverto un indolenzimento dell'asta del pene in fase di erezione. queto dolore si manifesta di solito dopo i rapporti sessuali o la masturbazione. altre volte si presenta durente l'"erezione mattutina", soprettutto se la sera prima ho avuto un rapporto. si tratta di un fenomeno normale o può eventualmente essere il sintomo di qualche patologia? se si, di quale? mi consiglia una visita andrologica?

2)ultimamente ho notato delle bollicine alla base del pene, che assomigliano a piccoli foruncoli. spremendoli (ma non con tutti funziona) esce del liquido denso e biancastro. il mio medico ha diagnosticato una follicolite, dicendo però che si tratta di una cosa normale che dovrebbe passata da sola. essendo invece peggiorata mi chiedo se posso tattarla con eritromicina, come una qualsiasi altra parte del corpo.

grazie della disponibilità, cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
per il primo quesito le consiglio una valutazione andrologica. Potrebbe trattarsi di nulla di importante, ma va esclusa, tramite valutazione diretta, la presenza di qualche patologia, quale ad esempio una fase iniziale di malattia di La Peyronie. Nell'occasione potrà far vedere al Collega anche i "foruncoli", che io la invito vivamente a non schiacciare. Probabilmente si tratta di raccolta di sebo alla base di follicoli piliferi, ma la densità di tale sebo non permette sempre la fuoriuscita del contenuto, rischiando invece una reazione infiammatoria locale.
Ci faccia poi sapere.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

sulla "follicolite" della cte dell'asta mi sembra che il suo medico le abbia dato le indicazioni corrette.
Sulla problematica legata al dolore si tratterebbe di vedere se persistesse dopo aver ridotto in maniera significativa la masturbazione ed i rapporti.
Magari farsi vedere da un andrologo se i fenomeni persistono; qualche informazione su www.erezione.org
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Grazie per le utili risposte.
Interromperò rapporti e masturbazione per qualche settimana e casomai il dolore continuasse prenoterò una visita. per quanto riguarda invece la follicolite posso provare con l'eritromicina, per accellerare la guarigione, o me lo sconsigliate assolutamente?