Utente 189XXX
Buonasera,
ho 40 anni ed assumo da qualche anno eutirox per noduli alla tiroide,
dalle ultime analisi ho riscontrato i sueguenti valori di colesterolo:
totale:247
ldl:178
hdl:50
il medico di famiglia ritiene che con questi valori già può prescrivere le statine.
Mi ha consigliato per far scendere subito il colesterolo di prendere per un mese pravastatina 20 mg al giorno dopodichè se il valore del colesterolo diminuisce sospendere il farmaco e proseguire solo con la dieta.
Volevo chiedere se è corretto questo approccio??
nel senso di sospendere il farmaco e capire se possibile tenere a bada il colesterolo solo con la dieta??
Inoltre ci sono controindicazioni nell'assumere pravastatina insieme ad eutirox?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Di norma, se non coesistono altri fattori di rischio cardiovascolare (fumo, obesità, diabete, familiarità per cardiopatia ischemica precoce, eccetera), l'approccio è inverso: si segue una dieta adeguata (meglio se accompagnata da regolare attività fisica aerobica) per 30-40 giorni, quindi si controlla nuovamente il profilo lipidico. Qualora non si sia riusciti a far rientrare i valori nella norma, si comincia la terapia farmacologica che, se non subentrano effetti collaterali, va necessariamente continuata per tutta la vita.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
La ringranzio molto,
in tutti i casi posso far scendere subito il colesterolo con il farmaco e poi provare con la dieta?
oppure una volta iniziata la cura famacologica non è più possibile sospenderla?? questo è il mio dubbio
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Lo scopo della riduzione del tasso di colesterolo nel sangue è quello di evitare quelle modificazioni della parete arteriosa che portano alla formazione della cosiddetta "placca" aterosclerotica, causa principale degli eventi ischemici cardiovascolari (ictus, infarto). E' un processo che nelle sue fasi dura anni, se non decenni: per questo motivo è essenziale che la colesterolemia sia mantenuta costantemente nel tempo nei limiti della norma, e non che tale risultato venga raggiunto in pochi giorni. Naturalmente, è molto più naturale e fisiologico ottenere questi effetti per mezzo della dieta e dell'adozione di uno stile di vita salutare. Nei casi in cui questi accorgimenti risultino insufficienti a raggiungere lo scopo, si somministrano i farmaci ipolipidemizzanti che andranno necessariamente aggiunti ai rimedi non farmacologici.
Cordiali saluti