Utente 189XXX
Buonasera, vorrei sapere se vi è possibilità di contagio
con epatite b per aver avuto rapporti sessuali protetti ma scambio di baci profondi con scambio di saliva
con una persona che ha scoperto da due giorni di avere l'epatite b.
I rapporti si sono avuti un mese fa e l ultimo una settimana fa . Se faccio esami del sangue normali quali valori possono essere sballati. E quali sintomi si possono avere. Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signore,

in teoria il virus HBV può anche trasmettersi tramite la saliva, ma si tratta di una modalità di trasmissione in concreto poco probabile
resta sempre la via principe della trasmissione tramite sangue e rapporti sessuali

il contagio da HBV non sempre dà un quadro di epatite, spesso è asintomatico e la sieropositività a questo virus a volte è una scoperta casuale in occasione di esami ematochimici

per togliersi ogni dubbio dovrebbe fare un prelievo di sangue finalizzato ai tests sierologici per l'epatite B e al dosaggio delle transaminasi

Il suo medico curante potrà consigliarle in modo più preciso.

Buona serata
[#2] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Ill.mo dottore grazie per la risposta..

La disturbo ancora per una cosa...

se si è avuto contatti con la persona infetta
le prime due settimane di dicembre e poi
la prima di gennaio ripeto sempre in modo
Protetto ma con baci profondi e scambio saliva....
La persona ha fatto esami sangue il 14 gennaio e stato trovata epatite b in via di riduzione....(segue dieta e farmaci per cura).
Tenendo conto di eventuale incubazione quando sarebbe meglio fare esami. Eventuali sintomi che potrebbe verificarsi eventualmente
Ancora ringraziamenti. Buona sera
[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli
52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
il problema non riguarda se l'epatite del suo partner fosse o no in riduzione, ma se avesse ancora nel sangue l'antigene HBsAg circolante

solo per cautela, dato che la trasmissione per via salivare è abbastanza rara, conviene fare un test subito per verificare la situazione di partenza, un test a 90 giorni e un ultimo test a 180 giorni, che è la durata del periodo-finestra