Utente 189XXX
Salve,
mi figlio, nato nel 2004 affetto da CAV intermedio e operato gia' 3 volte x plasticha della mitralica(ultimo intervento natale 2008), e' al momento sottocontrollo, e' rimasta un'insufficienza mitralica moderata (nell'ultimo intervento la dottoressa e' riuscita a ridurre l'insufficienza che era grave , con un pezzetto di goretex), chiaramente , si prevede x il futuro cmq la sostituzione della stessa.ha anche u, ovviamente un'atriomegalia moderata.la domanda e': nel dayhospital effettuato a novembre lo ha visitato un nuovo medico che ci ha detto che secondo lui dovrebbe riniziare a prendere enapren e lasix,(ha preso lasix da quando e' nato fino a questa estate ed enapren per un periodo piu' breve, piu' il cumadin x 3 mesi dopo l'ultimo intervento) il suo cardiologo curante pero' non e' daccordo e non vuole dargli medicine.
A cosa va incontro mio figlio se non prende medicine?
soffre chiaramente di extrasistolia sopraventricolare, ritmo giunzionale, e dopo l'ultimo intervento ha il blocco di branca incompleto destro ed emiblocco anteriore sisnstro.
Vorrei cmq precisare che m,io figlio e' in ottima salute, salta gioca non sta fermo un attimo!! e' un terremoto e vuole fare sport..
il cardiologo curante mi ha detto che lo puo' fare moderato e fa, oltre la ginnastica a scuola,(frequenta la prima elementare) , anche 1 ora asettimana di pallavolo e una di pallacanestro.. e non e' mai stanco!!! cresce bene, 24 kg x 1,25, mangia di gusto e ride sempre!(sono io quella che piango sempre )
Un 'altra domanda, se puo' rispondermi.. nessuno mi dice quanto e' grave la situazione di mio figlio, io vorrei capire bene ..che futuro avra'?quanto mi devo preoccupare? cerco di fargli fare una vita il piu' normale possibile ma a volte ho tanti dubbi.. che nessuno mi fuga.
grazie per l'attenzione

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
gentile signora, è facile prevedere una sostituzione mitralica, probabilmente in tempi lunghi. Ovviamente è meglio cercare di posticipare l'intervento, compatibilmente con le condizioni cliniche e la funzione cardiaca, dopo l'adolescenza.
E' consigliabile affidarsi sempre allo stesso cardiologo in modo da non avere problemi di discrepanze di giudizi e di terapie.
Non si preoccupi del futuro di suo figlio. Starà bene sempre.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Grazie "di cuore" Dott.Bardi,
era la prima volta che in day hospital non capitava il suo medico, faro' in modo che non accada piu'.
A volte una parola di conforto vale 1.000 medicine.
E' dura, ma non molliamo.
Grazie ancora