Utente 189XXX
Salve,
sono un ragazzo di 42 anni e da un po’ di tempo ho dei dolori intercostali nella parte alta del torace, e anche sulla sinistra, come se avessi dei dolori al cuore.

Sono un po’ preoccupato, avevo svolto durante il 2010, un elettrocardiogramma sotto sforzo che risultava negativo e un ecocardiogramma che evidenziava relativamente alla valvola mitrale un lieve spostamento sistolico posteriore dei lembi valvolari e un minimo rigurgito valvolare ed elettrocardiogramma regolare.

In realtà, quei dolorini sulla parte sinistra del torace, che a volte si irradiano fin sotto le ascelle mi provocano un senso di disagio; dolori che ha volto possono essere puntiformi e durano un’istante e poi svaniscono e altre volte è una sensazione di un qualcosa di più diffuso, ma non di forte intensità e che durante la giornata avverto per poi di nuovo svanire.

Dalla visita generale fatta il ma il medico mi ha detto di non avere niente anche se una volta all’anno posso ripetere gli esami. Ho sempre paura comunque, anche dopo gli accertamenti, che possa venirmi un infarto. Anche perché avverto dolori al braccio sinistro. Posso stare tranquillo secondo lei?

Inoltre soffre di una leggera gastrite da somatizzazione nervosa che a volte mi provoca senso di nausea, stomaco chiuso soprattutto al mattino.

Attualmente prendo una volta al giorno una pasticca di Sulamid 50 e prima dei pasti una compressa di Lexil.

Cosa mi consigli fare? A cosa possono essere dovuti quei dolorini?

La ringrazio infinitamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
I dolori che lei riferisce non hanno le caratteristiche del dolore anginoso tipico tuttavia, dato che - nonostante quello che lei scrive -proprio un ragazzo non e' a 42 anni, le consiglierei una prova da sforzo al cicloergometro, specie se avesse familiarita' per infarto od ictus o peggio ancora fosse fumatore. Cordialita'
cecchini
www.cecchinicuore.org
[#2] dopo  
Utente 189XXX

Iscritto dal 2011
Innanzitutto la ringrazio per la risposta ed è in senso ironico la dicitura di essere ancora un ragazzo.

Le premetto che non sono un fumatore ed in famiglia non abbiamo particolare problematiche cardiologiche. Bevo un pocchino di vino ai pasti ma non uso altro genere di alcolici. A fronte di quanto detto sono un tipo un po’ ansioso che mi prendo le cose a cuore e quindi questo mi provoca un po’ di stress.

Io ho fatto a gennaio 2010 un elettrocardiogramma sotto sforzo che era risultato nella norma. Le mi consiglia di ripeterlo?

Era l’ecocardiogramma che evidenziava relativamente alla valvola mitrale un lieve spostamento sistolico posteriore dei lembi valvolari e un minimo rigurgito valvolare ed elettrocardiogramma regolare. Cosa pensa, dovrei ripeterlo?



Grazie ancora e Cordiali saluti
[#3] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
le ricordiamo che è vietato avere più account ed inviare risposte multiple.

La invitamo a non ripetere in futuro queste pratiche, grazie.

Cordiali saluti,
staff@medicitalia.it