Utente 143XXX
Salve,
ho 27 anni e da circa tre giorni ho ravvisato dei piccoli movimenti involontari dell'indice della mano destra: è come se mi tirasse un po' verso l'esterno (verso il pollice)a scatti.
L'ho avvertito sia da seduto o disteso che in posizione eretta con braccio disteso lungo il fianco (ad esempio dopo aver rifatto il letto). E' come se mi tirasse un po' il tendine del dito fino alla prima falange e a volte sento un po' di fastidio al polso e alla biforcazione tra pollice e indice (muscolo? tendine?).
Ho fatto anche qualche prova e mi sono accorto che tale movimento aumenta dopo aver fatto "lavorare" il dito o tutta la mano: se distendo il braccio dopo lo sforzo (es faccende domestiche), tali piccoli movimenti dell'indice aumentano di frequenza fino a cessare dopo un minuto o poco più.
C'è da dire che utilizzo molto il PC per lavoro (almeno 4-5 ore al giorno) soprattutto battendo i tasti proprio con la mano destra (utilizzando frequentemente proprio l'indice) e tenendo i gomiti poggiati sulla scrivania e a volte (anche di recente) mi è capitato che la mano si intorpidisse un po'.
Inoltre sono un soggetto molto ansioso e, soprattutto ultimamente, abbastanza stressato.
Il fastidio si presenta con frequenza variabile (a volte solo un paio di movimenti del dito altre volte più piccoli movimenti in successione)-

Devo dire che oggi si è presentato molto meno e solo quando ho sforzato in qualche modo la mano (es. portare la borsa del computer all'uscita dal lavoro).

Non uso medicinali particolari, a parte un antibiotico antivirale, la trozocina per tre giorni (ho finito la cura da un paio di giorni).

Chiedo: a cosa potrebbe essere dovuto questo piccolo moto involontario? Potrebbe essere di carattere neurologico o solo motorio? Alla mia età che probabilità ci sono di incorrere nel Parkinson o nella SLA (potrebbe entrarci qualcosa)?
Grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

il mio primo consiglio è quello di non preoccuparsi affatto.


Molto probabilmente si tratta di semplicissime fascicolazioni dei muscoli intrinseci (forse i lombricali) che determinano questo movimento ritmico e involontario.

Certamente scompariranno molto presto.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 143XXX

Iscritto dal 2010
Anzitutto grazie per la pronta risposta.
Le farei solo delle ultime domande in merito:

a cosa potrebbero essere dovuti tali fastidi (ansia, piccoli malesseri muscolari, infiammazioni o cosa)?

Possibile che rientrino almeno a volte in un contesto più generale (es. piccoli scatti, doloretti o formicolii in altre parti del corpo)?

Dopo quanto tempo il fenomeno cessa solitamente, in base alla sua esperienza ?

Cordialità e buon lavoro.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
In genere questi disturbi cessano spontaneamente, senza alcuna terapia.

Il più delle volte sono riconducibili ad un periodo di "stress" sia psicologico che fisico.

Cordiali saluti.