Utente 181XXX
Salve, sono una ragazza di 21 anni. Ho effettuato ad ottobre 2009 una visita specialistica dal cardiologo con ecocardiogramma e ECG da sforzo. Ho inoltre praticato attività agonistica (ginnastica ritmica) per 9 anni fino a giugno 2008 con visita per idoneità sportiva annuale. Appena nata mi era stato diagnosticato un soffio al cuore, ma alle visite successive il medico aveva detto ai miei genitori che un piccolo soffio al cuore era una cosa normale e che avrei avuto una vita normalissima. Ad una visita sportiva, invece, il medico mi consigliò di effettuare un ecocardiogramma per sicurezza, che risultò tuttavia negativo. Ho effettuato anche un ECG a inizio gennaio e anche da questo non sono emersi problemi. Da circa due anni svolgo attività sportiva circa due volte a settimana: tapis roulant, cyclette, pesi, addominali ed esercizi vari. Ieri mentre ero sulla cyclette (per la prima volta da mesi), ho raggiunto i 150 bpm e la cosa mi è sembrata strana visto che l'anno scorso non riuscivo neanche a raggiungere i 130bpm. Vorrei sapere il numero massimo di battiti al minuto senza che il cuore soffra e se, con gli esami che ho effettuato, si può escludere del tutto il problema del soffio al cuore o qualsiasi altro problema cardiaco. A volte mi sembra di sentire che il cuore faccia dei colpi strani, ma non so se questo è dovuto alla mia ansia. Sono alta 1,65 metri, peso 54kg, non fumo e non bevo alcolici. In famiglia non ho storie di problemi cardiaci. Inoltre assumo Cipralex da 5mg per disturbi da ansia e la pillola Yasminelle.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gentile Signorina, l aumento della frequenza cardiaca cardiaca non da bene a nessun cuore, neppure al più sano. L attività fisica come la ginnastica artistica, il cammino, il nuoto etc sono raccomandabili in quanto, praticandoli costantemente appunto riescono a far ridurre la frequenza del cuore per eseguire quel dato lavoro. Si tranquillizzi pertanto Cordialità. Cecchini
www.cecchinicuore.org