Utente 451XXX
Gentili dottori. Ho 21 anni, e negli ultimi 5 mesi ho avuto gli unici rapporti sessuali della mia vita con la mia ragazza. Questi rapporti sono quasi sempre protetti, tranne nei preliminari e rare eccezioni. Lei invece non è alla prima relazione.

1) Circa un mese fa, quasi improvvisamente, ho iniziato ad avvertire bruciore durante la minzione. Questo è andato aumentando ed evolvendo, sentendo fastidio anche nel basso ventre durante la minzione, come se fosse la vescica, per poi sparire in circa 10 giorni. Dopo una settimana però ha ripreso, con un forte bruciore all'uretra, che all'inizio della minzione fa quasi male. Ora sembra stare regredendo nuovamente.

2) Recentemente, nell'ultima settimana, mi sono accorto della presenza di 4-5 puntini rossi, del diametro di circa 1-2mm, sul glande, a volte invisibili, a volte ben visibili, sprattutto durante l'erezione. Sembrano leggermente in rilievo. A volte in loro corrispondenza sembrano essere visibili minuscoli puntini bianchi, sempre sul glande. Quest'ultimi puntini sembrano essere presenti anche al di sotto del glande. Noto che questi ultimi sembrano essere simili a quelli fissi che ho fin da piccolo, all'interno del prepuzio e attorno al pene.

3) Inoltre, dopo un rapporto, mi sono accorto che sulla corona del glande c'erano due escoriazioni di circa 3-4mm di diametro, rosse, che tuttavia credo fossero solo piccole ferite, visto che dopo circa una settimana sono quasi completamente sparite e invisibili.

Volevo sapere se dovrei preoccuparmi, se mi conviene attendere l'evoluzione, oppure a chi dovrei rivolgermi per chiarire la mia situazione, quale tipo di specialista. Cosa potrebbe essere? Non chiedo la diagnosi, ma solo un orientamento sulle possibilità in attesa di eventuale visita, in quanto il dubbio non mi lascia sereno.
Grazie, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,invece di passare il tempo a "vedersi" il pene ed a preoccuparsi,vada dal Medico di famiglia e si faccia consigliare,in prima istanza,una visita dermatologica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Concordo con il COllega, necessario il videat Specialistico DERMATO-VENREOLOGICO in prima istanza per chiarire la vicenda: abbia l'accortezza di non applicare nulla che possa controvertire il quadro clinico a chi dovrà leggerlo.

cari saluti
DOTT. LUIGI LAINO
SPECIALSITA DERMATOLOGO E VENEREOLOGO, ROMA
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
concordo con quanto sostenuto nelle loro risposte dai Colleghi IZZO e LAINO.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
credo che per maggior sua tranquillità sia necessaria una valutazione dermatologica
[#5] dopo  
Utente 451XXX

Iscritto dal 2007
Gentili dottori, grazie per la risposta.
Nel frattempo il dottore mi ha prescritto una serie di altri esami, anche per altri motivi, di vario genere. Sangue: immunologici, virologici, emocromo completo... Urine: completo, batterio coltura. Tutti i valori sono risultati negativi.
Inoltre qualsiasi macchia o altra anomalia è ora sparita, e da circa una settimana anche il bruciore, se non fosse per del fastidio rimasto all'inizio della minzione. Per il resto, tutto sembra essere tornato normale.
In queste condizioni non credo sia ancora necessaria una visita specialistica, in quanto non avrei nulla da far visitare. Almeno fino a quando non ricomparirà un qualche sintomo, anche se ovviamente mi auguro di no.
Ad ogni modo, avreste qualche idea su cosa potrebbe essere stato?
Grazie ancora,
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
fare diagnosi a posteriori non ha molto senso credo. A meno che non si voglia fare una semplice ma sterile discussione accademica dermato-andrologica. Tutto è andato per il meglio. Segua i consigli del Suo Specialista di fiducia. Ma ci tenga informati se lo desdiera.
Auguri affettuosi per tutto ed un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO