Utente 452XXX
dopo un trattamento di radioterapia stereotassica è possibile un aumento del marcatore(magari per necrosi delle cellule della massa tumorale!)e se si di quanto? grazie
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

una domanda così, slegata da qualunque contesto clinico, è di ardua risposta. Posso dire che è possibile un aumento del marcatore ma è impossibile quantificare di quanto. Una risposta più completa presuppone maggiori informazioni sul caso.

Molto cordialmente,

Dr. Carlo Pastore
[#2] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sì è possibile, ma come ha già risposto il collega Pastore, non è dato sapere di quanto.

Purtroppo la stima della necrosi tumorale radio o chemioindotta è un "esercizio soggettivo" e non una scienza esatta.
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sì è possibile, ma come ha già risposto il collega Pastore, non è dato sapere di quanto.

Purtroppo la stima della necrosi tumorale radio o chemioindotta è un "esercizio soggettivo" e non una scienza esatta.

Cordiali saluti
Salvo Catania
www.senosalvo.com
[#4] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2007
Capisco la difficoltà di una risposta ad un quesito così generico,ma è quanto mi interessava sapere.Grazie,per le vostre gentili risposte.
[#5] dopo  
Prof. Filippo Alongi
40% attività
16% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Concordo con i colleghi.
Non c'è nessuno studio, a mia conoscenza, che abbia correlato una dipendenza con proporzionalità diretta tra marcatore ca 19,9 e necrosi da RT(tantomeno stereotassica). E' chiaro pensare che se la RT sia stata effettuata nel distretto addominale un incremento può essere da addebitare ai fenomeni flogistici post-attinici più che necrotici, dato che le cause di innalzamento non tumorale sono ad esempio gli itteri, le pancreatiti, le epatopatie(tutte possibili situazioni infiammatorie talora connesse a possibili esiti acuti o tardivi di Radioterapia sul distretto gastrointestinale).
In assenza di altri elementi non si può dire di più.
Cordiali saluti
Dr.Filippo Alongi