Utente 327XXX
salve.
circa due mesi fa ho fatto un movimento brusco a freddo sollevando un peso con il palmo della mano aperto.
ho subito sentito un forte dolore al mignolo sinistro...come se qualcosa si fosse staccato.
all'inizio pensavo fosse un semplice indolensimento e non gli ho dato parecchia importanza.
solo dopo un paio di settimane, visto che il dolore non passava ho fatto delle cure.
ghiaccio, lasonil, e ho tenuto una stecca per due settimane per bloccare il dito. niente da fare.
il tendino del dito mignolo si presenta gonfio, inspessito, come se avessi un callo sottocutaneo. e ogni qualvolta stiro la mano con il palmo aperto( praticamente riproducendo lo stesso movimento che ho fatto quando mi sono fatto male) sento un forte dolore.
l'ortopedico mi ha detto(con molta sufficienza) di stare solo a riposo, ma dopo due mesi e oltre non vedo alcun miglioremento. quindi non credo sia un problema che si sistemi da solo..
cosa ne pensa? cosa potrei fare?
il dito lo muovo perfettamente...lo piego e lo stendo. l'unico problema è che quando lo stendo sento il tendine "tirare" e lo vedo inspessirsi.

cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
A un quesito uguale la risposta non può essere che la stessa. Alle ultime due righe che ha aggiunto a 8 giorni di distanza, rispondo dicendole che è un ottimo segno che lo possa muovere tranquillamente, tuttavia devo ribadire la necessità di una visita diretta, ed eventualmente di accertamenti. Non mi pare che sia mai stata fatta nemmeno una radiografia per escludere, per ipotesi, un piccolo distacco osseo.
Utilizzi i link che Le ho già dato nel precedente consulto per poter finalmente affrontare il problema. Qualsiasi ipotesi trovasse in rete non saprebbe mai se si adatta al Suo caso e quindi se è utile.