Utente 190XXX
Buonasera,

Ho 24 anni e da un anno a questa parte ho notato dei cambiamenti per quanto rigurda l'erezione. Mi spiego meglio. Dal 2004 al 2009 ho avuto una relazione con una ragazza, all'interno di questo periodo non ho potuto riscontrare problemi di alcun genere, solo una piccola infiammazione del testicolo sinistro in cui tramite ecografia è stato accertato esserci del liquido, ma dopo non ho riscontrato nessun problema. Dal 2009 la relazione con questa persona è finita è ho avuto rapporti con diverse ragazze ma in 3 casi ho avuto una perdita dell'erezione e negli altri casi mi accorgevo che l'erezione non era come un tempo e che, man mano che il rapporto sessuale proseguiva, l'erezione non migliorava anzi... Inoltre sempre da qualche mese (non so dire con precisione da quando) spesso e volentieri non ho erezione la mattina cosa che in passato avveniva quotidianamente. Ho anche notato che durante la masturbazione avviene lop stesso fenomeno cioè non riesco a mantenere una bella erezione sia prima sia dopo l'eiaculazione.
Certo di una Vostra cortese risposta porgo i miei più cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
dato che le problematiche che riferisce si ripetono nel tempo dovrà affrontarle insieme ad uno specialista che la aiuterà a collocare le stesse nel contesto della sua vita sessuale. alcune indagini e potrà tranquillizzarsi e/o iniziare a risolvere il problema.
cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,


la capacità di conseguire una ottimale rigidità dell'asta con stimoli manuali propri , di una donna o con i rapporti penetrativi può dipendere da molti fattori, alcuni di origina organica, vascolare che dovrebbero essere analizzati dallo specialista che, utilizzando anche semplici esami, possa focalizzare il problema e proporre le giusta misure terapeutiche
Cari saluti