Utente 188XXX
Gentili dottori,
All'inizio di dicembre 2010, dopo una visita andrologica, mi e' stata diagnosticata una prostatite e mi e' stata prescritta la cura:

1 settimana Levoxacin 500 mg / die
10 giorni Niflam supposte 1 la sera
2-3 mesi Deprox 2x500 mg / die 30 minuti prima del pasto

(devo segnalare che prima la visita urologica il medico di base mi aveva prescritto 10 giorni Levoxacin 250 mg / die, finito questa 3/4 giorni dopo ho iniziato la cura che ho sovra-scritta)

E' passato quasi un mese e mezzo e adesso sto meglio. Pero ho il problema dell'eiaculazione. Nel momento di eiaculare comincia ad uscire pochissima sperma, e poi non fuoriesce del tutta. Tant'è che mi aiuto con la mano per tutta la lunghezza del pene per farla uscire (se non lo faccio mi viene un bruciore), comunque ad ogni modo lo sperma fuoriesce piano-piano fino a qualche minuto dopo l'eiaculazione. Come si può spiegare questa cosa? Esiste una cura post prostatite per normalizzare sia la produzione del liquido spermatico sia l'eiaculazione.
Un altra cosa: adesso durante la minzione l'urina esce non dritto ma verso destra (diciamo "a ore uno" per fare un'idea). Ho constatato che la parte sinistra del glande, vicina alla punta del pene e' un pochino "gonfiata", ma proprio poco, pero quel che basta per far uscire l'urina verso destra. Ce da dire che il glande non dimostra apparentemente nessun segno di infezione, ne adesso ne quando ho fatto la visita andrologica. Comunque e' possibile che l'infezione batterica causa della prostatite potrebbe aver avuto inizio dalla punta del pene. Vi volevo chiedere se esiste una crema per il glande per normalizzare questa cosa.

Vi chiedo scusa per il disturbo e in attesa di una vostra risposta vi porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
sembra possibile che sia ancora in corso una uretrite. dovrebbe farsi rivedere dallo specialista per la valutazione della situazione ed un supplemento di terapia.
cordialmente
[#2] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Salve dottore,
la ringrazio per la sua risposta.
Quindi potrebbe essere che ci sia in corso una uretrite... devo aggiungere che ogni tanto mi capitano delle perdite biancastre dalla sommità del pene...
E' possibile che dopo la cura sovra scritta ci sia ancora una infezione batterica in atto, oppure e' sola una infiammazione..? Devo aggiungere che 3 settimane dopo aver concluso la cura antibiotica ho fatto il test per la clamidia (l'ho voluto fare di mia iniziativa) ed e' risultato negativo... Poi saranno quasi due anni che non ho rapporti non protetti, dopo ho sempre usato il preservativo.
A parte la clamidia che spesso negli uomini e' asintomatica quale altra infezione trasmessa sessualmente (asintomatica nel tempo) potrebbe essere causa di una possibile uretrite? Le chiedo questa cosa per fare qualche altro esame, visto che escludo la causa per la clamidia (risultato negativo).
E poi l'andrologo che mi ha visitato e prescritto la cura e' molto bravo (e' un primario) e immagino che mi poteva consigliare in quel tempo di fare dei test...

Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
salve.
da qua possiamo far poco, solo consigliarle di rivedere con il suo urologo la situazione dal vivo. sarà lui a decidere quali test sono utili. farli tutti alla ricerca di tutto non ha un granchè senso anche per i costi.
cordialmente
[#4] dopo  
Utente 188XXX

Iscritto dal 2011
Salve,
la ringrazio per la sua risposta.
Seguirò il suo consiglio e aspetterò la visita urologica.

Cordialmente