Utente 813XXX
salve, mia moglie(42 anni) sta facendo terapia ormonale con femara (2 anni e mezzo tamoxfene) in quanto ha fatto 3 anni fa una quadrectomia,naturalmente è in menopausa, prima artificiale poi 2 anni fa x problemi vari ha fatto una isterctomia totale.

La ginecologa alle visite continua a prescrivere di integrare la dieta giornaliera con soia,tipo pane,biscotti,yogurt ecc...in quanto da parecchi benefici all'organismo in generale, ma visto la terapia con femara può essere una cosa controproducente, innocua oppure come dice la gine vantaggiosa...

grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Integrare con la dieta è senz'altro vantaggioso per la prevenzione delle recidive e di nuovi tumori



http://www.senosalvo.com/menu_di_lunga_vita.htm
[#2] dopo  
Utente 813XXX

Iscritto dal 2008
grazie dottore della risposta, il mio dubbio comunque è sempre stato se assumendo il femara per appunto tenere gli ormoni addormentanti con questo tipo di dieta non si tende a risvegliarli? Vedo che a mia moglie le vampate di calore sono un pò diminuite da quando integra con prodotti contenente soia.

In ogni caso perchè gli oncologi in generale non consigliano alle pazienti operate al seno per carcinoma mammario ormono-dipendenti di intgrare la dieta giornaliera con soia ecc... visto la loro efficacia per contrastare questo brutto male per le donne....

La ringrazio anticipatamente della risposta e mi scuso delle mie domande da persona che di medicina è proprio un profano, ma leggendo un pò su internet, un pò riviste varie sento vari pareri medici non tutti conformi, quindi chiedo qui a Lei professionista di grande esperienza.
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Oltre alla integrazione alimentare importante è l'attività fisica

http://www.senosalvo.com/camminare_almeno_30_min_giorno.htm
[#4] dopo  
Utente 813XXX

Iscritto dal 2008
l'attività fisica mia moglie la fa già da un pò,ma non mi ha risposto alla prima domanda nel senso che la dieta integrata con soia non "contrasta" l'attività del femara...se riesce mi può spiegare un pò come lavorano a livello ormonale entrambi..

grazie mille
[#5] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
I fitoestrogeni sono composti vegetali, che hanno una struttura simile agli estrogeni umani, ma hanno una azione ormonale molto più debole. Una supplementazione dietetica ottimale di fitoestrogeni è di circa 60 grammi di proteine di soia, corrispondenti a circa 60 mg di fitoestrogeni.
Una terapia o dieta di fitoestrogeni non soltanto non è dannosa ma è addirittura protettiva nei confronti dei disturbi della menopausa, delle malattie cardiovascolari ed è senz'altro utile nella prevenzione dei tumori della mammella come dimostrato dalla minore incidenza di questi tumori nelle donne di molti paesi orientali nei quali prevale una alimentazione povera di grassi animali e proteine, e ricca di vegetali soprattutto di soia.
La differenza è che il legame che questi ormoni vegetali stabiliscono con i recettori degli estrogeni, è mille volte inferiore.
Pertanto per poter osservare risultati apprezzabili
OCCORRONO GRANDI QUANTITA' per ottenere risultati per i quali vengono propagandati ( es aumento del seno).

E il punto è proprio questo :al momento non ci sono studi seri e rigorosi in grado di evidenziare possibili effetti collaterali di GRANDI QUANTITA'DI FITOESTROGENI.
Mentre su piccole quantità ci sono studi tranquillizzanti anche recenti #61

http://www.senosalvo.com/attualita_intro2010.htm#51

Uno studio durato due anni ha evidenziato che gli integratori di soia assunti durante la menopausa non comportano un maggior rischio di cancro al seno o di altri effetti collaterali ne' sul breve ne' sul lungo periodo.
Tuttavia, sottolineano i ricercatori, questo potrebbe non valere per tutti i tipi di integratori di soia.
Quelli utilizzati per lo studio contenevano infatti una combinazione di isoflavoni, composti simili agli estrogeni, diversa da quella che si trova nei preparati normalmente in commercio.


http://www.ajcn.org/content/early/2010/12/22/ajcn.110.008359.abstract?sid=a706f52c-9b9d-4587-bf52-b9125732707e

[#6] dopo  
Utente 813XXX

Iscritto dal 2008
quindi riepilogando il tutto possiamo dire che una dieta giornaliera integrata con prodotti contenente soia, attività fisica e continuando con il femara il rischio di recidiva è vicinissimo allo zero....

ultime 2 domande, c'è quindi differenza tra assumere fitoestrogeni come integratori chimici o assumerli con i prodotti tipo pane,latte,yogurt, verdura ecc...

A questo punto, parlando in generale si potrebbe anche pensare di escludere il femara, visto anche i tanti effetti collaterali, oppure è indispensabile lo stesso?

Mi scuso se gli ho rubato troppo tempo con i miei quesiti, ma visto la sua professionalità che mette a disposizione in questo magnifico portale, da profano e sopratutto da marito di una donna giovane colpita da questo male cerco di essere più informato possibile...

grazie mille
[#7] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
1) per il periodo previsto il femara è indispensabile

2)Non assumerei integratori ma alimenti che corrispondono alle caratteristiche citate.