Utente 164XXX
Ho subito circa 8 mesi fà un incidente dove come pedone caduto a terra sono stato investito da un' automobile che, passandomi sopra il tratto di gamba tibia-perone con la ruota, mi ha causato un trauma distrattivo da schiacciamento. Non ho subito rotture, ma lo schiaccciamento mi ha causato un enorme gonfiore con problemi di circolazione alla gamba per molti giorni. Ho dovuto fare 30 iniezioni sottocutanee antitrombotici(eparina) per evitare danni più seri. Attualmente, come dopo l'investimento, permane un colorito un pochino più scuro della gamba rispetto all'altra. Potrebbe essere un problema di circolazione? Non mi è stato mai suggerito di eseguire un esame specifico per un controllo. L'ortopedico mi disse che ci voleva tempo per ritornare tutto normale. Oltre le terapie per la riabilitazione (ultrasuoni, ionoforesi, etc.), ho eseguito anche ginnastica vascolare. Ora la mia preoccupazione è per quel colorito diverso della pelle che spero non sia dovuto a problemi di circolazione.
Dottore vorrei da Lei una risposta ed eventualmente gradire i suoi consigli.
Distinti saluti
[#1] dopo  
Dr. Emilio Gentile Warschauer
32% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2011
Come dice l'ortopedico ci vuole del tempo. Comunque un colordoppler venoso degli arti inferiori, esame poco costoso e non invasivo, può essere d'aiuto per analizzare la situazione attuale.
Saluti
[#2] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA,

Gentile Utente,
come giustamente suggeritole dal Collega, in considerazione dei sintomi lamentati l'esecuzione di un Ecocolordoppler è opportuna per valutare la possibilità di una eventuale TVP.
[#3] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Gentili dottori grazie molto per i vs.consigli. Volevo sottolineare che permane ancora un leggero gonfiore alla caviglia e che il colorito diverso interessa soprattutto la zona del piede e collo piede. L'esame da voi consigliatomi dovrà essere necessariamente eseguito ad ambedue gli arti inferiori o solo sull'arto colpito?
Grazie!
[#4] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
L'ecocolordoppler viene in ogni caso eseguito a tutti e due gli arti.
[#5] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Grazie gentile Dottore. Una volta eseguito l'esame, è necessario una visita angiologica o potrò farlo visionare dal mio medico di base?
Buona sera!
[#6] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Credo che una visita specialistica sia utile in ogni caso, a prescindere dall'esito dell'ECD.
[#7] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Sono andato dal medico di base per la richiesta dell'esame e mi ha suggerito di eseguire l'ECD venoso e arterioso. Non bastava solo ECD venoso? Il problema è che nel primo caso le liste di attesa sono lunghissime. Cosa mi consiglia gentile Dottore?
[#8] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Un ECD ben eseguito prevede sempre l'esplorazione sia del versante arterioso che di quello venoso.
[#9] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Grazie gentile Dottore, Le farò sapere l'esito dell'esame che eseguirò tra una settimana.
Buona serata!
[#10] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Mi scuso per il ritardo, l'ecocolor doppler venoso agli arti inferiori è andato bene. Referto:" Circolo venoso profondo pervio. Assenza di reflussi patologici. Normale comprimibilità vasale. Ostio safeno femorale, interna, esterna, ostio safeno popliteo continente in ambedue gli arti. Flusso ben modulato con gli atti del respiro. Vene tibiali e gemellari profonde pervie". L'angiologo che mi ha eseguito l'esame non ha ritenuto necessario eseguire anche ecocolordoppler arterioso.
Grazie gentile Dottore e buona serata.
[#11] dopo  
Utente 164XXX

Iscritto dal 2010
Grazie